Yahoo, Verizon vuole nuovi accordi di acquisizione

Aziende
0 0 Non ci sono commenti

Il nuovo cyber-attacco di Yahoo! diventa un ostacolo sulla strada dell’acquisizione. Verizon vuole riaprire i termini dell’intesa

Un miliardo di account esposti in un nuovo cyber-attacco, risalente al 2013, potrebbe diventare l’occasione per Verizon per riaprire i termini dell’acquisizione degli asset di Yahoo!. Quello che, secondo Reuters, è il più grande data breach nella storia, il secondo scoperto in poche settimane, rimette in forse l’acquisizione da parte di Verizon.

Yahoo, Verizon vuole nuovi accordi di acquisizione
Yahoo, Verizon vuole nuovi accordi di acquisizione

Dopo la scoperta di un secondo attacco hacking, separato da quello del 2014 che afflisse mezzo miliardo di account, Verizon sta valutando se chiedere termini migliori, ottenendo maggiori concessioni e uno sconto significativo sull’operazione da 4.83 miliardi di dollari o se addirittura uscire dall’accordo. Ma valutare l’impatto di un data breach richiede tempo, dal momento che i casi di hacking potrebbero scalfire la reputazione e la credibilità del sito, sul lungo termine.

Il titolo del portale di Sunnyvale ha perso il 6% dopo l’annuncio del trafugamento di oltre un miliardo di account, fra cui quelli di 150 mila impiegati governativi e militari.

I dati trafugati potrebbero includere nomi, indirizzi email, numeri di telefono, date di nascita, password e domande e risposte di sicurezza. Yahoo! ha avvisato che gli utenti potenzialmente colpiti dall’attacco, affinché cambino password: inoltre sono state invalidate le domande e le risposte di sicurezza, rese dunque inutilizzabili.

WHITE PAPER: Sei interessato ad approfondire l’argomento? Scarica il whitepaper: Protezione del data center in cloud con i firewall di nuova generazione

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore