Yahoo! vuole tagliare il 10% della forza lavoro

AziendeMercati e Finanza
Pesa Tumblr sulla trimestrale in rosso di Yahoo!
3 0 Non ci sono commenti

I licenziamenti riguarderebbero circa mille dipendenti di Yahoo!. Nel frattempo, Starboard Value fa pressione per chiedere le dimissioni del Ceo Marissa Mayer

Yahoo! sarebbe pronta a tagliare il 10% della forza lavoro. Il piano potrebbe prendere il via già da questo mese. Lo riporta Business Insider. I licenziamenti riguarderebbero circa mille dipendenti, impiegati nelle attività media, Europa, piattaforma.

Yahoo! vuole tagliare il 10% della forza lavoro
Yahoo! vuole tagliare il 10% della forza lavoro

Nel frattempo, Starboard Value ha inviato una lettera a Yahoo! per fare pressione sul Ceo Marissa Mayer. L’investitore minaccia perfino una proxy battle, se Mayer non si dimettesse.

Il portale di Sunnyvale sta esaminando la possibilità di creare una società ad hoc in cui trasferire tutte le attività tranne la partecipazione del colosso cinese dell’e-commerce, che equivale al 15% ed è valutata 32 miliardi di dollari. Starboard Value aveva contrastato lo spinoff perché lo scorporo di Alibaba non sarebbe stato esentasse e presenterebbe vari rischi, chiedendo invece di sperimentare la cessione di attività core, come quelle internet. Interessata al business online di Yahoo! sarebbe Verizon, che ha già acquisito Aol. I potenziali candidati ad acquisire Yahoo sono diversi: AT&T, Comcast, Walt Disney e News Corp.

Il board, però, non ha ancora deciso se vendere il business di Internet, ma è evidente che il tentativo del Ceo Marissa Mayer di rivitalizzare l’online, nonostante 50 acquisizioni costate 2 miliardi di dollari, è fallito: dei 34 miliardi di dollari di valore di capitalizzazione di Yahoo!, circa 30 sono attribuiti alla quota in Alibaba. Segno che non ha dato i suoi frutti la ricetta Mayer, ex manager di Google.

La quota di Alibaba, una volta separata dal resto, potrebbe godere di una maggiore valutazione di mercato, risultando più appetibile per gli investitori. Ma, l’unico modo per evitare una super tassazione, consiste nel cedere il business della ricerca online.

A quel punto, si formerebbe una Yahoo! che comprende Mail, motore di ricerca, il social Tumblr e i servizi mobili, valutato in una forchetta fra 2 e 8 miliardi di dollari (4 miliardi, secondo Reuters); e dall’altra parte, i rami internazionali, la quota del 15% nella cinese Alibaba (valutata 30 miliardi di dollari) e Yahoo Japan.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore