YouTube, a crudo non è buono come il sushi

CyberwarSicurezza

La società di autori giapponese Jasrac chiede regole più ferree per
disciplinare i contenuti e gli utenti della comunità di video-sharing

TOKYO (JAPAN). Sarebbe meglio ‘cuocere’ un po’ di più il sistema di video-sharing di YouTube. Con questa metafora può essere definita la richiesta della Japan Society for Rights of Authors, Composers and Publishers (Jasrac), che ha inviato una lettera ai fondatori di YouTube chiedendo di filtrare i contenuti leciti e lasciar fuori quelli in violazione del copyright. La tecnologia dell’azienda, recentemente acquistata da Google, fa passare qualunque filmato, senza attivare alcuna significativa operazione di bonifica dei materiali protetti dalle norme sul diritto d’autore. La Jasrac non è nuova a queste posizioni. Finora ha richiesto la eliminazione di oltre 30.000 video da YouTube; ma questa attività di correzione ‘successiva’ all’evento è diventata troppo impegnativa (in tempo e risorse) per la societa’ di autori. Nella lettera, la Jasrac chiede tre misure in particolare: 1) inserire un avviso in lingua giapponese sul sito, che avverta delle conseguenze legali della violazione del copyright; 2) tenere traccia dei nomi e degli indirizzi di coloro che fanno l’upload di video; 3) chiudere immediatamente gli account degli utenti che violano le norme di diritto d’autore. [StudioCelentano.it]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore