Youtube è l’invenzione dell’anno secondo il Time

AccessoriWorkspace

In meno di un anno il sito è passato dall’essere solo una buona idea per
condividere online i video delle vacanze, a trasformarsi in uno dei marchi più
riconosciuti della Rete

Il fenomeno Youtube.com è in testa alla classifica delle migliori invenzioni del 2006 per la rivista TIME. In meno di un anno il sito è passato dall’essere solo una buona idea per condividere online i video delle vacanze, a trasformarsi in uno dei marchi più riconosciuti dal grande pubblico della Rete.TIME pensa che la sua popolarità nasca dal fatto che il sito è nato esattamente all’intersezione tra tre ?rivoluzioni?. La prima è costituita dal rilancio della produzione video amatoriale, reso possibile da videocamere più economiche e software di editing video più facili da usare. La seconda è la rivoluzione sociale che esperti e analisti hanno soprannominato Web 2.0. È rappresentata da siti come MySpace, Wikipedia, Flickr e Digg: degli ibridi che sono sia utili strumenti on-line che attive community in cui le persone possono creare contenuti e scambiarsi informazioni tra loro.Più persone li usano, meglio funzionano e più vengono considerati interessanti da visitare: una sorta di cooperazione di massa che si autoalimenta, che non sarebbe stata possibile senza Internet. La terza rivoluzione è di tipo culturale: i consumatori sono stufi dei mezzi di comunicazione tradizionali. L’idea di una cultura top-down, in cui i mezzibusti propinano a spettatori passivi notizie filtrate su cosa sta succedendo nel mondo, è finita. La gente vuole vedere video non censurati girati in Iraq, Libano e Darfur, non dagli inviati professionisti, ma dai soldati che stanno combattendo in quei Paesi e dalle persone che vivono e muoiono laggiù. Altre informazioni le trovate qui .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore