YouTube sposa il controllo parentale

Management

Il servizio di condivisione video di Google inaugura Safety mode, per lucchettare i contenuti a misura di minori

Mentre scopriamo che i teenager si mettono letteralmente a nudo su Facebook , YouTube adotta il controllo parentale: Safety mode permette di lucchettare i contenuti a misura di minori e limitare l’accesso a contenuti hard a luci rosse.

Il servizio di condivisione video di Google abbraccia il Parental control, per tutelare la navigazione degli utenti più giovani.

Si tratta di un filtro sulle ricerche, che riduce l’accesso a certi Tag applicati ai video, che potrebbero condurre a video non adatti a un pubblico minorenne. Il Safety Mode coprirà anche eventuali contenuti offensivi con asterischi. Ma ricordiamo che il Parental Control è un passo avanti, ma non risolve tutti i problemi (alcuni video non Taggati possono per esempio sfuggire al filtro).

Leggi anche: Il social network è nudo: allarme giovani in Internet

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore