YouTube va all’assalto della Pay Tv

MarketingSocial media
YouTube va all'assalto della Pay Tv
3 0 Non ci sono commenti

Google prepara YouTube Unplugged, un’opzione Tv economica al debutto nei primi mesi del 2017. Intanto sigla un accordo con Cbs e guarda a Disney e 21st Century Fox. Intanto ha acquisito FameBit

Google sta per lanciare un servizio di streaming via YouTube, per veicolare sul sito di video condivisione contenuti di solito relegati alle Tv via cavo. Secondo Wall Street Journal e Variety, Google porterà la Cbs sulla web tv di YouTube: ma sta già trattando con Disney e 21st Century Fox.

YouTube va all'assalto della Pay Tv
YouTube va all’assalto della Pay Tv

Google prepara YouTube Unplugged, un’opzione Tv economica (fra i 25 e i 40 dollari al mese), al debutto nei primi mesi del 2017, che punta ai consumatori che non vogliono abbonarsi alla tradizionale pay-tv. Google vuole differenziare lo YouTube a pagamento da Netflix, ma nell’arena sta per tuffarsi anche Hulu.

A metà ottobre YouTube ha acquisito FameBit, servizio specializzato  in “sponsorizzazioni e promozione a pagamento”, connettendo i cosiddetti influencer con i brand che vogliono guadagnare visibilità presso vasti pubblici. Già conta 25mila video brandizzati, fruiti per un tempo superiore ai due miliardi di minuti: “Crediamo che la relazione di Google con i marchi e le partnership di YouTube con i creatori, combinati con la tecnologia e l’esperienza di FameBit  aiuterà ad aumentare le opportunità di produrre video brandizzati, contribuendo ad aumentare ancor di più i guadagni per la community dei video online” spiega una nota ufficiale sul blog ufficiale della piattaforma di video sharing.

YouTube ha già a disposizione dei canali preferenziali, per mettere in contatto produttori di contenuti ed inserzionisti: con questa mossa, YouTube intende standardizzare pratiche relative alle sponsorizzazioni, aumentando il proprio giro d’affari, cogliendo nuove opportunità di business ed offrendo maggiore trasparenza agli organi di controllo che monitorano l’advertising, anche nelle forme meno esplicite. Tutti passi che si dirigono nella direzione di Unplugged.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore