Zombie Pc ogni cinque minuti: 2008 anno record dei malware

CyberwarSicurezza

Secondo Microsoft Internet Safety Enforcement Team, il tempo per infettare un computer è pari a una manciata di minuti. Inoltre, per Norman il 2008 si candida ad essere l’anno dei record dei malware: cinque consigli per evitare i tranelli

La sicurezza sui computer è continuamente messa a rischio. Secondo Microsoft Internet Safety Enforcement Team, il tempo per un’infezione di Pc è pari a una manciata di minuti. Inoltre, per Norman il 2008 si candida ad essere l’anno dei record in termini di codice maligno prodotto.

Ecco l’allarme di Microsoft sui computer Zombie: milioni di Pc sono diventati zombie senza accorgersene, a causa delle cosiddette ‘botnet’, ossia reti formate da computer infetti sfruttati per inondare la rete di spam e generare attacchi Denial of service. Lo riporta ZdNet .

L’azienda di sicurezza Secunia ha appena testato una dozzina di security suite e trovato che la migliore rileverebbe soltanto 64 su 300 vulnerabilità software.

Infine, secondo Norman, il 2008 si candida ad essere l’anno dei record in termini di codice maligno prodotto: più malware che software autentico

Norman ha riscontrato un sostanziale aumento di malware sviluppato ad hoc per usare in modo illegale i PC e sfruttarli per crimini finanziari. Dietro questi software si nascondono vere e proprie organizzazioni criminali che hanno l’unico scopo di guadagnare soldi a scapito di altri.

Non sono solo gli utenti privati ed individuali ad essere esposti a questi rischi, ma anche aziende ed intere organizzazioni. Basta infatti che una sola persona sia stata in viaggio col PC portatile dell’azienda per averlo potenzialmente infettato, oppure l’abbia lasciato usare a casa dai figli per giocherellare con MSN. Non ci sono limiti ai modi in cui si può essere infettati.

Norman ha dunque stilato cinque suggerimenti per evitare di essere infettati e per prevenire possibili infezioni da parte di codici maligni:

1. Aggiornate sempre il vostro PC in modo che sia il sistema operativo che le applicazioni siano costantemente allineati con gli ultimi aggiornamenti rilasciati. Controllate con regolarità se sul sito dei fornitori software sono disponibili nuovi aggiornamenti.

2. Per programmi come MSN o client di posta, cambiate periodicamente la vostra password.

3. Assicuratevi che il software che state utilizzando o che volete installare sia sicuro. Evitate di usare programmi provenienti da produttori dubbi o addirittura sconosciuti. Microsoft ora certifica tutti i programmi; procedete quindi con cautela e diffidate se durante l’installazione il produttore del software viene indicato come sconosciuto.

4. Prestate attenzione a tutto quanto scaricate e ricevete via Internet. Non scaricate niente che non consociate e siate scettici soprattutto verso i siti invitanti che propongono software gratuito. Se qualcosa sembra troppo bella per essere vera, forse e proprio così.

5. State attenti quando condividete file su reti Peer-to-Peer (P2P). Il software o altro che scaricate da reti di PC che mettono a disposizione file condivisi può tramutarsi velocemente in qualcosa che non vorreste mai installare sul vostro PC. Ricordate sempre che far parte di reti di PC per la condivisione di file significa aprire il proprio sistema e consentire l’accesso a chiunque sulla rete.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore