Zucchetti attacca Il Sole 24 ore

Aziende

La Confindustria fa concorrenza agli imprenditori italiani? E’ questa la domanda che pone il presidente di Zucchetti al presidente di Confindustria

“Stimatissimo Presidente Montezemolo, abbiamo rilevato che l’impegno de “Il Sole 24 Ore” nel mercato del software è destinato ad aumentare, in quanto ha effettuato il lancio di un nuovo gestionale in un mercato già sovraffollato.

Lo statuto di Confindustria recita: “?contribuire, insieme ?. alla crescita economica ed al progresso sociale del paese”. Ma come intende, la Confindustria, perseguire questo fine? Difendendo gli interessi degli imprenditori e cercando “di fare squadra e di fare sistema”, come sostiene sempre Lei, oppure facendo loro concorrenza, sfruttando una posizione dominante nel mercato dell’informazione fiscale, finanziaria ed economica?

In un periodo caratterizzato dall’ingresso, nell’area dei software gestionali, di potenti concorrenti internazionali, le software house (di cui diverse con contrazioni notevoli di ricavi, in considerazione del rallentamento degli investimenti da parte delle aziende) si aspettavano il sostegno dell’organo di stampa della Confindustria contro le multinazionali, per salvaguardare le aziende che rappresentano il sistema Italia, la competenza e la conoscenza del sistema aziendale del nostro paese ed in alcuni casi la sopravvivenza di molti posti di lavoro. Invece, Il Sole 24 Ore, come già ha fatto in passato nell’area fiscale, ora intende aggredire anche il mercato dei gestionali, facendo concorrenza alle aziende informatiche, che finora hanno effettuato investimenti pubblicitari del valore di milioni di euro ogni anno, proprio sui mezzi del Sole 24 Ore. (?)Tale strategia è frutto di una precisa decisione dei vertici di Confindustria, oppure forse è vera la tesi, che qualcuno sostiene, che Il Sole 24 Ore si può muovere in completa autonomia, anche in concorrenza con gli imprenditori di qualsiasi settore aziendale, purché pensi di fare utili, come qualsiasi altra società privata?

Se però questa è la missione del Sole 24 Ore lo si dica chiaramente, senza giocare sull’equivoco, infatti, affinché ci sia trasparenza, è indispensabile che il lettore del Sole 24 Ore sappia se il giornale che legge è l’organo degli imprenditori, oppure, il giornale di una società qualsiasi, che, pur portando lo stesso nome del giornale e operando con tutti i diritti di qualsiasi società per azioni, è pronto, in qualsiasi momento, a mettersi in concorrenza con tutti, pur di fare, o sperare, di fare utili. In questo caso è nostro preciso dovere informare gli altri media per portare a conoscenza dell’opinione pubblica l’ennesima stortura e l’ennesimo conflitto d’interesse che affligge il sistema imprenditoriale italiano”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore