Dimezzata l’Ipo di Zynga, ma si respira ottimismo

AziendeMarketingMercati e Finanza
Zynga non è più partner privilegiato di Facebook

Il recente flop di Groupon e l’ottovolante a Wall Street ha costretto Zynga a una quotazione inferiore del 50% rispetto alle stime di agosto

Il prezzo compreso fra 8.50 e 10 dollari ad azione non soddisfa Zynga, il creatore dei popolari giochi Farmville e CityVille per Facebook. Il prezzo è dimezzato rispetto alle stime di agosto: Zynga veniva valutata 14.1 miliardi di dollari ad agosto e appena 7 miliardi di dollari oggi. Ma a far abbassare le Ipo sono state le ultime quotazioni al Nasdaq, oltre che il clima generale a Wall Street, e non le performance di Zynga che rimangono buone.

Il caso Groupon ha raffreddato i “bollenti spiriti”: ad ottobre rastrellava 805 milioni di dollari nell’Ipo più grande dai tempi di Google, s’impoennò del 31% nella prima settimana di quotazione per crollare del 42% subito dopo. Un flop che sta frenando le valutazioni. Angie, il sito di recensioni consumer, un mese fa metteva a segno 132 milioni di dollari, prima del crollo del 29%.

Per ora nessuno vuole parlare di bolla 2.0, ma c’è prudenza. Zynga, che verrà quotata il 15 dicembre, dovrebbe guadagnare 889 milioni di dollari, per sviluppare nuovi giochi. L’Ipo di Zynga, sebbene dimezzata, batterà Groupon e sarà la più grande quotazione dai tempi dello sbarco di Google al Nasdaqnel 2004.

Zynga
Ipo: Zynga in Borsa dal 15 dicembre
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore