Zyxel Router NBG-410W3G

Stampanti e perifericheWorkspace

ANTEPRIMA – Un router per collegarsi al Web semplicemente con la SIM del cellulare, per essere online sempre: nelle località non coperte dall’Adsl, come in tutte quelle occasioni in cui serve un collegamento Wi-Fi immediato

Quante volte capita di subire una sospensione dei servizi Adsl, o semplicemente di trasferirsi, per un breve periodo, in una località in cui manca la copertura? E quando si lavora, certamente sarà capitato di dover improvvisare l’installazione di una rete con più dispositivi, per accedere al Web senza disporre di un abbonamento. In questi casi si apprezzano le potenzialità del router Zyxel NBG-410W3G. Questo modello non solo consente di collegarsi al Web con più dispositivi, sfruttando la propria SIM e la sua connettività 3G, ma anche di implementare in pochissimi istanti una rete Wi-Fi, anche dove è già presente una connessione ADSL. Nello schema della stessa Zyxel proposto qui di seguito potete vedere illustrate le possibilità di collegamento.

schemazyxel.png

Esternamente questo router, sembra un normale router Wi-Fi, ma basta osservare il lato posteriore per apprezzare le sue reali potenzialità.

zyxel.png

In evidenza le prese posteriori: a destra lo sportellino per la SIM e l’innesto dell’antenna Wi-Fi

Da sinistra si nota il connettore per l’alimentazione da rete elettrica, il pulsante di reset e, in giallo, i quattro connettori LAN/DMZ (letteralmente una zona “demilitarizzata” tra l’area locale della LAN e Internet). Separato, invece, il connettore WAN (per la connessione Wired, per esempio con un modem/router già presente). Segue il connettore USB e, ben protetto, da una piccola guaina in gomma, lo sportellino di inserimento per la schedina SIM 3G, che dovrà fornire la connessione a Internet in mancanza di altre risorse. La presa USB è funzionale alla connessione di un dongle di connessione 3G, non è da intendersi per il collegamento di qualsivoglia periferica. Il produttore raccomanda di inserire dongle e schedina SIM prima di attivare l’alimentazione. Quindi a router spento. In ultimo la presa per l’ottima antenna unica Wi-Fi. Sul lato anteriore invece sono disposte le spie di stato sul funzionamento del router: Alimentazione, Collegamento dispositivi LAN, Collegamento al Web, Segnalazione di connettività Wi-Fi, 3G, e portata del segnale.

zyxel.png

I led sulla parte frontale del router: da destra l’intensità del segnale 3G, la connettività 3G e il led di connessione Wi-Fi

Durante la nostra prova abbiamo rilevato che la spia di connettività Wi-Fi si attiva esclusivamente nel momento in cui via Browser si sta configurando o si sta gestendo la connettività senza fili e non semplicemente quando il Wi-Fi è abilitato, come comunica invece il produttore nella documentazione ufficiale. Rimarrà quindi spenta durante i normali utilizzi (anche se attiva) sia che siano connessi dei dispositivi, sia che non lo siano. Questo modello Zyxel non integra nessun pulsante di accensione o spegnimento. Il funzionamento del router dipende quindi esclusivamente dall’inserimento o meno del cavo di alimentazione nell’apposito connettore.

Configurazione e software

Per quanto riguarda l’interfaccia di configurazione software si rimane piacevolmente sorpresi da una serie di caratteristiche. Ogni possibile tipo di utilizzo è documentato per esteso, sia per quanto riguarda la configurazione, sia per quanto riguarda lo scenario di utilizzo di riferimento. In questo modo, l’utente così come gli amministratori di rete troveranno rappresentati, anche con il supporto della grafica, sia schemi di installazione che le schermate software con le indicazioni su dove inserire e come i diversi parametri di utilizzo. Questo router supporta in Wi-Fi i protocolli 802.11 b e g e i sistemi di protezione più conosciuti (compreso WPA2-PKS), consente una personalizzazione granulare delle opzioni firewall (incluso) e guide precise anche per la parametrizzazione di strutture NAS.

schermatachiave.png

La schermata principale del software di gestione

Non solo, è possibile gestirlo in modo da profilare fino a 8 identità SSID e fare in modo che la connettività 3G subentri in automatico ogniqualvolta cade la connessione Wi-Fi di “ordinanza”. Ricordiamo comunque che sono supportati anche GPRS e EDGE. Non è necessario quindi essere per forza sotto copertura UMTS o HSDPA. Ma sarà comunque il caso di fare attenzione in relazione alla diversa tariffazione di alcuni provider. In caso di segnalazione a LED blu saremo in presenza di un segnale 3.5G, se il led è verde la connettività sarà di tipo 3G, mentre in caso di connettività GPRS o EDGE la luce sarà arancione. Il codice colore è valido, con i dovuti distinguo anche per quanto riguarda l’indicatore di intensità del segnale (blu= ottimo; arancione= segnale basso).

Zyxel Router NBG-410W3G sarà disponibile a breve sul mercato. Al momento il produttore non ha ancora comunicato il prezzo con cui sarà commercializzato.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore