Amazon porta in Italia i servizi di Alexa sui dispositivi Echo

Workspace
Echo Spot

Amazon porta anche in Italia i dispositivi Echo con a bordo l’intelligenza di Alexa. Rispetto a quella di Google Home si tratta di una proposta molto più articolata e che strizza già l’occhio a chi ama gestire con i comandi vocali la Casa Intelligente

Alexa è il servizio di Amazon, basato su cloud, che sfrutta gli algoritmi di machine learning e le capacità di AI di Amazon per fornire servizi alle aziende, come agli utenti finali. L’annuncio odierno riguarda la disponibilità per i clienti in lingua italiana di una serie di nuovi dispositivi Echo con integrazione Alexa, in grado di interagire in italiano.

Si tratta di Amazon Echo, Echo Plus, Echo Dot ed Echo Spot. Amazon propone inoltre un dispositivo che si associa a Echo, Echo Sub, e un nuovo dispositivo per la Casa Intelligente, Smart Plug. I clienti possono già preordinare le proposte che saranno in consegna dal 30 ottobre. Entriamo nei dettagli.
 
Amazon Echo, Echo Plus, Echo Dot ed Echo Spot sono speaker a controllo vocale interamente progettati attorno alla voce e non richiedono l’uso delle mani. L’intelligenza di Alexa è la mente di Echo. Basta chiedere e Alexa risponde alle domande, riproduce la musica, legge le notizie, controlla la Casa Intelligente, aggiunge attività alla Lista delle cose da fare, e molto altro ancora.

Amazon Echo Plus

Con il controllo vocale a lungo raggio è possibile avviare queste funzionalità anche dall’altra parte della stanza usando semplicemente la voce.
E’ evidente che il confronto con Google Home sarà inevitabile. Sostanzialmente la proposta indirizza gli stessi bisogni, sarà però interessante come  e se Amazon è stata in grado di ovviare alla mancata profonda integrazione con uno smartphone, possibile invece nel caso di Google con Android. 

A questi dispositivi si aggiunge Echo Sub pensato per coloro che desiderano aggiungere bassi intensi e profondi alla riproduzione musicale attraverso i dispositivi Echo compatibili. Come dice il nome, una sorta di subwoofer, per esaltare la qualità dell’audio.
La proposta più semplice è Amazon Echo, e costa 99,99 euro. Non richiede l’uso delle mani ed è dotato di comando vocale a lungo raggio che consente di accedere ad Alexa da qualsiasi punto della stanza. Il software contenuto nel dispositivo rileva la parola di attivazione: “Alexa”.

Quando Echo rileva la parola, l’anello luminoso del dispositivo diventa blu e inizia a trasmettere la richiesta al cloud, dove viene elaborata da Alexa. Poiché Alexa risiede nel cloud e utilizza Amazon Web Services, il servizio vocale diventa sempre più intelligente e aggiunge via via maggiori funzionalità. Pochissime da questo punto di vista le differenze di utilizzo rispetto a Google Home. Amazon segnala la dotazione di sette microfoni che utilizzano la tecnologia beamforming e isolano il rumore.

La tecnologia beamforming combina i segnali dei singoli microfoni annullando il rumore, il riverbero, la musica in riproduzione e persino le conversazioni in sottofondo, consentendo ad Alexa di capire chiaramente la richiesta, anche nel caso in cui si trovi in una stanza rumorosa. Echo si presenta con woofer down-firing da 63 mm, il tweeter dedicato, audio Dolby e omnidirezionale a 360 gradi. A differenza di Google Home è possibile scegliere tra differenti rivestimenti in tessuto che si adattano all’arredamento, disponibili nei colori grigio chiaro, melange e antracite.

Rispetto al modello base Echo Plus dispone di un hub integrato che si chiama Zigbee, del sensore di temperatura incorporato, di un suono dotato di una qualità ancora più elevata e di impostazioni per la configurazione del Wi-Fi semplici e immediate. In questo caso Echo Plus presenta anche un woofer al neodimio da 76,2 mm per rendere potenti i toni bassi e chiari i medi e gli alti. È disponibile nei colori grigio chiaro, melange e antracite e però costa anche 149,99 euro. 
La proposta Dot, invece, è la più economica e piccolina per essere inserita in ogni stanza con discrezione. Si spendono 59,99 euro ma è poi ancora possibile collegare direttamente gli altoparlanti che già si possiedono tramite Bluetooth o cavo stereo da 3,5 mm. 

Echo Spot
Echo Spot

Quando su Echo si sceglie anche la comodità di uno schermo circolare, si sta scegliendo Echo Spot, con un prezzo che rappresenta una via di mezzo tra la proposta classica ed Echo Plus. In questo caso si rinuncia all’hub ma si guadagna un display che permette ad Alexa di mostrarti delle cose.  La comodità del display consente di guardare il Sommario quotidiano delle notizie da organi di informazione come Sky TG24, Ansa Videogiornale, RTL 102.5 Video Giornale Orario, Corriere della Sera con Dataroom di Milena Gabanelli o vedere i trailer cinematografici con la Skill di MyMovies. Echo Spot è molto comodo in camera da letto ma anche in cucina per impostare e visualizzare timer, chiamare amici e parenti che hanno un dispositivo Echo o l’App Alexa, consultare le Liste della spesa e delle cose da fare, e altro ancora. 
In questo caso la differenza e le potenzialità rispetto ai dispositivi di Google sono evidenti e marcate. 
Infine con Smart Plug (29,99 euro), Amazon offre un sistema economico per controllare le luci, i ventilatori, la macchina del caffè e altro ancora usando soltanto la voce. Amazon Smart Plug è il primo plug-in Wi-Fi che utilizza la semplice installazione Wi-Fi offerta da Alexa, facilitando l’avvio e l’espansione, della Casa Intelligente con i dispositivi connessi. Ovviamente bisogna disporre di un dispositivo compatibile con integrazione Alexa come Echo o Echo Dot, o anche l’App Alexa sul telefono, ma la proposta è sostanzialmente indipendente poi dall’oggetto finale governato. Diventa così semplice impostare dall’App una Routine per accendere le luci alle 6:00 e spegnerle alle 22:00; e, con molteplici Amazon Smart Plug, si possono controllare più prese di corrente.

I clienti possono approfittare di uno speciale prezzo di lancio con uno sconto 40 percento su questi dispositivi Echo: Echo Dot a soli 35,99 euro, Echo a soli 59,99  euro, Echo Plus a 89,99 euro, Echo Spot a 77,99 euro.

Cosa può fare Alexa

  1. Alexa legge le notizie per voi: Alexa può leggere le notizie e fornire aggiornamenti personalizzati in base alle preferenze. Si possono scegliere gli organi di stampa preferiti per ascoltare le notizie, come Repubblica, IlSole24Ore e TGCOM24, oppure conoscere i risultati della squadra di calcio del cuore. Basta dire “Alexa, quali sono le novità?” o “Alexa, qual è il risultato della partita del Napoli?”.
  2. Che tempo fa!? E’ la più classica delle domande cui risponde Alexa. Basta chiedere: “Alexa, pioverà domani?”, “Alexa, che tempo fa a Milano?” oppure “Alexa, che tempo fa a Roma questo weekend?”
  3. Ascoltare la musica preferita da Amazon Music, Spotify Premium e Deezer. È possibile controllare il volume e la riproduzione di milioni di brani pronunciando le frasi “Alexa, alza il volume” o “Alexa, salta questa canzone”. Se non si è sicuri del brano in riproduzione, basta semplicemente dire “Alexa, che canzone è questa?” . Più dispositivi Echo possono essere sincronizzati per riprodurre la medesima musica in stanze diverse. 
  4. Come controllare la casa intelligente – Con Alexa è possibile alzare il termostato prima di alzarsi dal letto o abbassare le luci dal divano quando si desidera guardare un film, il tutto usando solo la propria voce. Alexa lavora con una varietà di prodotti compatibili che funzionano con il Wi-Fi come luci, termostati, prese intelligenti e interruttori di marche come Philips Hue, IKEA, BTicino/Legrand, Netatmo, TP-Link e Hive. Attraverso la praticità aggiunta dello schermo di Echo Spot si potranno vedere in tempo reale le immagini da una videocamera connessa dal giardino o dal terrazzo, o vedere chi ha suonato alla porta di casa, utilizzando le Skill per Casa Intelligente create da NETGEAR, myDlink, Ring, Logicircle e altro.Inoltre, è possibile utilizzare la funzione Routine che consente di automatizzare una serie di azioni personalizzabili utilizzando un singolo comando vocale a propria scelta. Ad esempio, dicendo “Alexa, buonanotte”, Alexa spegnerà le luci e riprodurrà suoni che conciliano il sonno. È possibile creare Routine basate sull’ora del giorno, impostando, per esempio, una Routine con cui Alexa, ogni giorno infrasettimanale alle 6 del mattino, e alle 9 di sabato e domenica, accenda le luci della cucina, avvii la macchina del caffè e legga le previsioni del tempo. Aggiungendo Routine basate su temperatura e movimento, Alexa si attiva quando la temperatura di una stanza è troppo alta o troppo bassa, o quando viene rilevato un movimento. 
  5. Impostare timer e sveglie
  6. Creare liste della spesa
  7. La tecnologia ESP di Amazon calcola in maniera intelligente la chiarezza della voce e determina quale Echo sia più vicino e risponde all’istante alla richiesta. Questa funzionalità è intelligente, con le prestazioni che migliorano nel tempo e, conseguentemente, anche ESP migliorerà più si usa Echo.

Gli sviluppatori possono utilizzare l’Alexa Skill Kit (ASK) per sviluppare le Skill. Con oltre 400 Skill disponibili per i clienti di lingua italiana sviluppate localmente, è possibile conoscere le ricette di GialloZafferano, ordinare una pizza su Just Eat, conoscere una definizione dalla Treccani, ascoltare l’ultima programmazione TV da Super GuidaTv, vedere i trailer cinematografici con MyMovies, giocare con Akinator, ascoltare brevi storie per bambini da Giunti o testare le proprie conoscenze con la Skill di De Agostini e Clementoni, oppure conoscere lo stato del proprio treno con Trenitalia.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore