Anno 2005: il notebook sugli scaffali

CloudServer

I computer portatili stanno riscuotendo un notevole successo sia in ambito aziendale sia domestico, in virtù della costante discesa dei prezzi e delle caratteristiche tecniche ormai paragonabili a quelle dei Pc desktop

Il sogno di tutti gli utenti mobile è sempre stato quello di poter lavorare con il notebook per tutta la giornata senza dover ricorrere a una presa di corrente per ricaricare le batterie. Questo sogno per ora si è avverato solo a metà, infatti i portatili ultrasottili hanno un’autonomia massima di quattro o cinque ore. Grazie a microprocessori in grado di gestire in maniera sempre più sofisticata l’alimentazione e a schermi Lcd che consumano sempre meno, il traguardo della giornata lavorativa sarà raggiunto nel giro di pochi anni. A contribuire all’incremento dell’autonomia, intervengono anche i microprocessori a bassissimo consumo come l’Intel Pentium M 753 (1,2 GHz di clock). Purtroppo questi modelli offrono una potenza elaborativa minore dei fratelli più affamati di energia.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore