Arrivano il nuovo iPad con Apple Pencil, programmi e app per la scuola

Dispositivi mobiliMobility

Apple lancia una serie di iniziative per la scuola proponendo un nuovo iPad utilizzabile con Apple Pencil, app e un programma dedicato. E’ la prima volta che le iniziative educational diventano protagoniste della home page di Cupertino

Non è un iPad Pro, ma non è nemmeno come i precedenti iPad. Apple ha aggiornato il suo tablet e propone da oggi a partire da 359 la sua tavoletta con anche il supporto per Apple Pencil, quindi utilizzabile anche per scrivere con lo stilo. La proposta arriva con il display Retina, il chip già conosciuto A10 Fusion, con architettura a 64 bit, e l’iPad è abilitato all’utilizzo con Pencil grazie al sensore touch con risoluzione superiore.

I sensori presenti misurano la pressione e l’inclinazione della mano, per garantire un’accuratezza e una precisione al pixel e una bassa latenza per prendere appunti, disegnare in app come Notability, Pages, Numbers, Keynote e Microsoft Office e in tutte le altre app che supportano questo utilizzo. Gli utenti di iPad Pro poi già sanno di appoggiare la mano sullo schermo mentre utilizzano Apple Pencil e anche con il nuovo iPad sarà così, senza rischio di errori. 

Il nuovo iPad 9,7 pollici si presenta con un guscio unibody in alluminio e connessione wireless che può fornire connessioni dati cellulari due volte più veloci, e con Apple SIM, i clienti possono collegarsi a piani dati wireless direttamente dal proprio dispositivo quando sono in viaggio. Arriva con  iOS 11 che ora, lo ricordiamo, supporta Split View e Slide Over e il Drag and Drop per spostare immagini, testi e file fra le app. Apple Pencil e più profondamente integrata con iPad grazie al supporto per il disegno in linea.

L’app Files fornisce un luogo centrale per accedere e organizzare file, a prescindere da dove siano — su iPad o sul cloud – grazie al supporto integrato per iCloud Drive e servizi come Box, Dropbox e simili. La nuova proposta costa 359 euro con 32 Gbyte di memoria e solo la connettività WiFi e 489 euro con anche la connettività Cellular (tramite nanoSim). Apple Pencil però va acquistata separatamente e costa altri 99 euro, mentre sono previsti sconti per le scuole, anche sullo stilo. 

MacBook e iPad con Classroom

Apple praticamente in contemporanea con il nuovo iPad, che è evidentemente pensato anche e in particolare per le scuole e gli studenti, ha lanciato anche il programma Creatività per tutti . Il programma, gratuito aiuta gli insegnanti a integrare in maniera facile e divertente argomenti quali disegno, musica, regia e fotografia nei piani scolastici di qualsiasi materia. Questa nuova offerta si unisce all’iniziativa di successo Everyone Can Code sviluppata da Apple, in una serie di programmi unici nel loro genere e ideati per mantenere alto il livello di coinvolgimento e interazione degli studenti. 
Il programma è strettamente legato alla nuova proposta iPad con Apple Pencil.

Le risorse del programma Creatività per tutti aiutano gli insegnanti a integrare argomenti quali disegno, musica, cinematografia e fotografia in qualsiasi lezione, argomento o compito ed è stato sviluppato in collaborazione con educatori e creativi professionisti.

Include guide per studenti e insegnanti, lezioni, idee ed esempi per aiutare i docenti a integrare la creatività e nuove capacità comunicative in materie come lingue, matematica, scienze e storia. Per esempio gli studenti possono usare la fotocamera integrata dell’iPad per studiare i frattali oppure la Apple Pencil con app come Tayasui Sketches per approfondire il concetto di simmetria.

Più avanti nel corso dell’anno, a partire da questa primavera, gli Apple Store inizieranno a offrire il programma Creatività per tutti  nell’ambito delle sessioni Today at Apple dedicate agli educatori. 501 Apple Store in 21 Paesi hanno già tenuto quasi 5000 sessioni pratiche denominate “Il martedì degli insegnanti” su argomenti come codice e sviluppo di app, creazione di film e musica, presentazioni e fogli di calcolo.

Apple iPad ora supporta Apple Pencil

Il programma si affianca infine a Schoolwork, una specifica app per consentire agli insegnanti di creare compiti, analizzare i progressi degli studenti e sfruttare la potenza delle app durante le lezioni. Schoolwork si basa sul successo dell’app Classroom di Apple (che ora approda finalmente su Mac) e permetterà di essere utilizzata per integrare l’iPad nelle classi.

In pratica l’app contiene delle Schede che rendono  facile creare e inviare i compiti con pressoché ogni tipologia di contenuto, dai link web ai PDF e altri tipi di documenti. Per esempio è possibile anche assegnare un’attività specifica all’interno di un’app e indirizzare gli studenti direttamente al punto desiderato. E alcune app didattiche popolari come Nearpod, Tynker e Kahoot stanno già integrando il supporto per Schoolwork. 

Un progetto in grande stile, quindi, nel complesso, tanto da occupare in questi giorni la prima pagina del sito della Mela. A Cupertino si saranno resi conto che anche nelle scuole italiane tradizionali di primo e di secondo grado, se entrano tanti iPhone, non è però così per quanto riguarda i dispositivi di computing, a partire proprio dai tablet (che pure vivono un momento difficile su un mercato in cui Apple soffre comunque meno delle altre piattaforme), anche per il prezzo solitamente più conveniente delle proposte Android.
Apple inoltre con questa mossa “potenzia” il suo iPad, per cui resta escluso dall’utilizzo con Apple Pencil solo iPad Mini 4. 

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore