TEST e SLIDESHOW: ASUS Transformer Pad Infinity

Dispositivi mobiliMobilityWorkspace
ASUS Transformer Pad Infinity

Tablet da 10,1 pollici con tastiera a innesto per migliorare l’esperienza d’uso anche in mobilità. Infinity, evoluzione di Asus Transformer Pad Prime, migliora la risoluzione del display, finalmente Full HD, aumenta la memoria interna a 64 GB e potenzia la fotocamera frontale fino a 2 Megapixel. In vendita da luglio a 599 euro

Dotazione hardware

Le dimensioni rientrano nella norma per un tablet con display da 10,1 pollici: 263(l)x 180.8(h)mm per uno spessore che raggiunge 8,5mm e un peso di 598 grammi, di poco inferiore al nuovo iPad (652g) e leggermente più pesante di Samsung Galaxy Tab 10.1 (565g). All’interno la dotazione hardware non si discosta molto dal predecessore Transformer Pad Prime: processore NVIDIA Tegra 3 Quad Core a 1,6GHz; memoria RAM 1 GB e capacità di storage da 64 GB (espandibile con schede microSD) cui si aggiungono 8 GB di spazio online tramite il servizio ASUS WebStorage; supporto per connettività WiFi 802.11 b/g/n e Bluetooth 3.0.

Non essendo provvisto di modulo 3G, la navigazione è possibile solo via WiFi, pertanto per potersi collegare quando si è in viaggio sarà necessario dotarsi di un modem Wireless. Completano la dotazione il ricevitore GPS, il sensore di luminosità, che regola quella dello schermo in funzione della luce ambientale, sensore di gravità e giroscopio.

ASUS Transformer Pad Infinity Retro
ASUS Transformer Pad Infinity, la back cover mostra un inserto in plastica nella scocca in alluminio spazzolato per migliorare ricezione WiFi e GPS

Una nota importante circa la docking station/tastiera: se avete già acquistato quella compatibile con ASUS Transformer Pad Prime non potrete utilizzarla con Infinity, mentre è consentito fare viceversa. Questa incompatibilità è sicuramente un punto a sfavore per chi volesse fare upgrade del proprio device, ma ci suggerisce una considerazione, a parziale giustificazione: le caratteristiche hardware non sono molto differenti tra Prime e Infinity (risoluzione del display e della fotocamera frontale e memoria interna maggiore) pertanto il nuovo modello punta ad allargare forse l’utenza più che a “migliorarla”. In quest’ottica chi ha acquistato un ASUS Transformer Pad Prime con relativa tastiera, difficilmente opterà per un upgrade che comporterebbe anche l’acquisto di un’altra docking. Questa almeno la nostra impressione.

Read also :