TEST e SLIDESHOW: ASUS Transformer Pad Infinity

Dispositivi mobiliMobilityWorkspace
ASUS Transformer Pad Infinity

Tablet da 10,1 pollici con tastiera a innesto per migliorare l’esperienza d’uso anche in mobilità. Infinity, evoluzione di Asus Transformer Pad Prime, migliora la risoluzione del display, finalmente Full HD, aumenta la memoria interna a 64 GB e potenzia la fotocamera frontale fino a 2 Megapixel. In vendita da luglio a 599 euro

Giudizio

Nel corso della recensione abbiamo già espresso il nostro giudizio sulle principali caratteristiche di ASUS Transformer Pad Infinity, vediamo di tirare le somme: i punti di forza sono senza dubbio il processore NVIDA Tegra 3, performante soprattutto nell’esecuzione di compiti multimediali, il display Full HD che dà il meglio di sé nella visione di video ad alta definizione e tutti i servizi offerti da ASUS, su tutti WebStorage. Il tablet non si differenzia molto dal precedente Transformer Prime, ne migliora alcune componenti hardware, ma per il resto si può parlare di device equivalenti.

Un punto in meno per la scelta di non rendere compatibile la tastiera del Prime con Transformer Infinity, anche in considerazione del fatto che costa 149 euro e chi vuole fare l’upgrade al nuovo modello dovrà metter mano al portafoglio anche per la docking station. Anche l’adozione di un connettore proprietario per il collegamento a PC e rete elettrica è scelta opinabile. Tra l’altro lasciando il tablet collegato al pc per diversi minuti abbiamo rilevato un notevole riscaldamento della scocca (e per inciso non è possibile ricaricare la batteria da pc).

Un cenno all’usabilità: buona davvero la qualità dello schermo, valorizzato dalla notevole luminosità anche in condizioni di forte luce ambientale, che facilita la lettura anche se chiaramente pesa sull’autonomia della batteria. ASUS ha introdotto alcune personalizzazioni che potremmo definire discrete  e funzionali: la tastiera ASUS è davvero pratica e precisa, aggiunge la fila di tasti numerici in modo tale che non si debba usare un apposito tasto funzione; comoda anche la possibilità di associare al pulsante delle applicazioni recenti la cattura di uno screenshot; le notifiche sono raggruppate in un pannello che permette l’accesso immediato a molte impostazioni, ad esempio le connettività o la luminosità dello schermo.

ASUS Transformer Pad Infinity Tastiera ASUS
ASUS Transformer Pad Infinity, la tastiera ASUS

Infine la mancanza del modulo 3G a nostro avviso è penalizzante, perché i tablet sono pensati per essere usati in mobilità e al momento la disponibilità di hotspot WiFi, almeno in Italia, è alquanto scarsa. Ma fosse stato integrato il modulo 3G in ASUS Transformer Pad Infinity avrebbe creato eccessiva sovrapposizione con il PadFone e forse da qui la scelta di limitare le capacità di connessione. In attesa della versione LTE.

Read also :