Avaya dimostra come biometria e AI si integrano ai sistemi di comunicazione

AziendeInternet of EverythingMarketingNetwork
Il nuovo design di LinkedIn: al centro ricerca e chatbot

Avaya porta al GITEX, fiera tecnologica di riferimento, una serie di demo riguardanti soluzioni di comunicazione basate su biometria e Intelligenza Artificiale, il tutto in tempo reale

Soluzioni di comunicazione basate su biometria e Intelligenza Artificiale, il tutto in tempo reale.  Avaya porta al GITEX, fiera tecnologica di riferimento, una serie di demo . Le nuove soluzioni consentono alle società di posizionare la voce come interfaccia utente primaria, in modo da offrire più sicurezza a clienti e dipendenti. Un recente sondaggio commissionato dalla società e condotto su un campione di oltre 8mila persone, ha rilevato che oltre il 70% dei consumatori preferisce contattare il servizio clienti al telefono e ritiene che questo sia il mezzo più efficace per ottenere un servizio migliore. Allo stesso tempo, numerose evidenze confermano il crescente apprezzamento e la richiesta da parte dei clienti di tecnologie digitali, come chatbot e biometria. Le ricerche effettuate indicano che il 25% delle interazioni con queste tecnologie sarà legato alle conversazioni vocali. 

In linea con i principi della “API economy”, Avaya ha adottato un approccio aperto per lo sviluppo delle piattaforme Oceana ed Equinox per le Unified Communications e i Contact Center, ampliando portata e capacità del proprio Software Development Kit. Questo approccio prevede la collaborazione di partner dell’ecosistema Avaya e di sviluppatori interni e fa leva su l’IA conversazionale, l’elaborazione del linguaggio naturale e gli analytics e il machine learning cognitivo al fine di elevare le funzionalità delle soluzioni Avaya e combinare UC e CC a vantaggio dell’esperienza utente.

La comunicazione digitale vale 6,5 miliardi di euro
La comunicazione via telefono o via chatbot?

“La voce rimane la pietra angolare del servizio clienti e c’è una chiara opportunità di estenderne l’applicazione per arricchire le esperienze dei clienti”, ha dichiarato Chris McGugan, Senior Vice President Solutions and Technology di Avaya. “Grazie alla nostra posizione di leader nell’ambito delle soluzioni di comunicazione aziendale e al nostro approccio all’innovazione incentrato sul cliente, abbiamo adottato nuove tecnologie che ci consentono di rispondere efficacemente alle mutevoli preferenze dei clienti e di proporre la voce come interfaccia utente più potente, sia per i clienti che per i dipendenti”.

A fronte della sempre più massiccia presenza in azienda di Millennial e nativi digitali, è fondamentale consentire a questi dipendenti di connettersi e collaborare in modo continuativo con i clienti e con gli altri collaboratori attraverso i canali preferiti, indipendentemente da posizione, dispositivo e canale di comunicazione. I visitatori di GITEX potranno rendersi conto di come Avaya stia arricchendo la piattaforma di Unified Communications Equinox, integrando i servizi cognitivi di aziende come Microsoft e Google per mettere a disposizione assistenti virtuali che utilizzano la voce. In particolare, sarà mostrata una demo del sistema di autenticazione BioID a due fattori tramite biometria facciale e vocale, trascrizione contestuale e traduzione in tempo reale con intent recognition (riconoscimento delle intenzioni), soluzione che funge da assistente personalizzato per ogni dipendente, a vantaggio di produttività e di soddisfazione sul lavoro.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore