BCP Platinion, ecco il nuovo digital hub per le aziende di domani

AziendeStart Up

A Milano nasce il nuovo digital hub di BCG Platinion, la società di The Boston Consulting Group specializzata nei servizi di
trasformazione digitale in un’ottica end-to-end

L’era della trasformazione digitale guida le aziende a un cambio di rotta sempre più deciso. Per questo e per altri motivi, le società di consulenze che si sono rigenerate aprendo spazi dedicati alla consulenza nel digitale. Una delle ultime realtà in questo senso, nata a Milano, è il nuovo digital hub di BCG Platinion, la società di The Boston Consulting Group specializzata nei servizi di
trasformazione digitale in un’ottica end-to-end. Nell’ottica di creare un’offerta strategica con competenze solide, Boston Consulting Group ha voluto questa realtà che di fatto integra competenze tecniche, consulenza e strategia. 

BCG Platinion ha avviato la propria attività in Germania nel 2000 e in 18 anni è cresciuta costantemente aprendo uffici in Europa, Nord America e Asia Pacifica, con oltre 300 dipendenti che supportano clienti chiave in tutto il mondo.

Siti di servizio: Bando Digital Hubs, Bando imprese in crisi, Call T-Tour
A Milano un nuovo digital hub di The Boston Consulting Group

A guidare l’hub di Milano sarà Gianfranco Cuscito, forte di un’esperienza di 17 anni in ambito IT e con un percorso che coniuga esperienze di leadership e competenze tecniche maturate presso società di consulenza (AlixPartners, McKinsey e Deloitte) e altre aziende clienti. Gli esperti di BCG Platinion contribuiscono al successo di progetti di trasformazione della funzione IT attraverso l’evoluzione digitale delle architetture applicative e infrastrutturali, l’adozione di modelli di delivery agile, lo sviluppo di architetture dati a supporto di sistemi di intelligenza artificiale.

Si tratta di una sfida unica”, ha commentato Cuscito, “BCG Platinion si inserisce nel panorama della consulenza italiana con lo scopo di supportare i clienti nella realizzazione delle trasformazioni digitali, in un contesto storicamente più prudente nell’adozione di nuove tecnologie ma non per questo meno ambizioso. Il nostro piano di assunzioni, che mira a raddoppiare le risorse entro il 2020, risponde alla maturità del mercato in termini di apertura e preparazione al cambiamento”.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore