25 giugno 2013

Francesco Caio, mister Agenda Digitale, pronto a lasciare

L’Agenda Digitale sotto il segno di Francesco Caio

Eppur si muove. Nonostante i ritardi, l’Agenda Digitale è ritornata alla ribalta. Francesco Caio, ex consulente governativo per la banda larga (ai tempi del governo Berlusconi il Piano Caio per la broad band, insabbiato, venne alla luce grazie a WikiLeaks), ritorna nelle vesti di super commissario che presiede un Tavolo permanente, di cui si avvarrà la Cabina di regia istituita dal Decreto Del Fare, sotto la diretta responsabilità della Presidenza del Consiglio. Anche Stefano Parisi, presidente di Confindustria Digitale, ha affermato che condivide il rafforzamento dell’Agenda Digitale, ma che l’impegno di Caio non può essere part-time, visto che manterrà il mandato di Ad del gruppo Avio: “Per l’Agenda digitale il governo ha imboccato la strada giusta. Ora però bisogna agire“. Ma i passi avanti ci sono: Caio però è un nome che mette d’accordo tutti; ed è un progresso il fatto che il governo Letta abbia messo sotto la Presidenza del Consiglio la diretta responsabilità dell’Agenda. Adesso però bisogna agire, per colmare i ritardi accumulati fin qui

Windows 8 avrà IE11

Alla vigilia di Build conference, Microsoft scommette su cloud e apps

Domani aprirà i battenti la Build conference, dove Microsoft rilascerà l’anteprima pubblica di Windows 8.1. Alla conferenza sviluppatori, fari accesi su cloud computing e apps. Siglata alleanza fra Oracle e Microsoft su Windows Azure. KLab svilupperà una versione mobile di “Age of Empires” per iPhone e Android

Quiz: Quanto conosci i segreti di Android?

Quiz – I segreti di Android

Dieci anni fa iniziava lo sviluppo di Android, e oggi è il sistema operativo mobile più diffuso. La sua storia è costellata di curiosità. Se volete scoprirle, misuratevi con il nostro quiz