Dell Latitude 7285, 2-in-1originale per il mercato professionale

Dispositivi mobiliLaptopMobilityPCWorkspace

IN PROVA – Latitude 7285 è la proposta Dell di fascia alta di un 2-in-1che non faccia rimpiangere il notebook. Sfida superata con una tastiera molto convincente e una proposizione hardware equilibrata ma importante

Non abbiamo mai avuto peli sulla lingua al riguardo e alla fine anche i numeri non ci hanno dato torto. La scelta di un dispositivo 2-in-1 piuttosto che preferire un laptop ultraleggero – affiancato eventualmente da un tablet – deve sempre essere ben ponderata.

In primo luogo perché non è vero che i 2-in-1 sono sempre in grado di non fare rimpiangere il laptop, spesso non hanno la stessa autonomia, pesano uguale e in proporzione comunque costano tanto, per questo in tante delle nostre prove ci siamo ritrovati più vicini a preferire la proposta di un convertibile. Dell, con i Latitude 7285 ha provato a raccogliere questi appunti per portare sul mercato un sistema convincente, non perfetto ma di pregio e allora entriamo nei dettagli della prova.

Dell Latitude 7285, la descrizione

Proviamo nel dettaglio il sistema Dell Latitude 7285 nella configurazione con Intel Core i5-7Y57 con disco allo stato solido PCIe NVMe M.2 da 256 Gbyte. Si tratta di una proposta “commercial”, basata su una tavoletta da 12,3 pollici di diagonale, per un peso di poco meno di 7 etti (solo la tavoletta) con dimensioni di 27,48x 20,9×0,72cm.

La soluzione abbinata alla tastiera, invece, raggiunge lo spessore di poco più di 1,5 cm per un peso intorno a 1,4 Kg. L’innesto tra tablet e tastiera è del tutto convincente avviene tramite due alette e una serie di contatti magnetici.

L’abbinata ha una finitura lievemente gommata, opaca, molto gradevole, gli ingombri complessivamente restano ridotti, anche per il formato 3/2 del display, un po’ meno il peso, che potrebbe fare rimpiangere chi preferisce un laptop ultraleggero. Più che buona la robustezza complessiva della soluzione.

Latitude 7285 2-in-1
Latitude 7285 2-in-1

Notiamo che inevitabilmente, essendo la tastiera opzionale, tutte le interfacce sono collocate nella parte tablet. Non è il massimo della praticità quando si utilizzano entrambe le interfacce USB Type-C vedere penzolare i cavi, allo stesso tempo, anche senza tastiera potrete contare sulla dotazione completa.

Sul profilo sinistro dal basso si ritrova la presa minijack per cuffie e microfono (unica), la prima e la seconda USB Type-C Thunderbolt 3, lo sportellino di protezione per le fessure dove introdurre microSIM e microSD , il tasto a bilanciere per il volume.

Sul profilo destro invece in alto si trova il tasto Home di Windows, in basso la fessura per il sistema di protezione fisica Noble. il tasto di accensione è collocato sul profilo superiore in alto a destra.

Apriamo per la prima volta la soluzione e apprezziamo la tastiera decisamente confortevole, la finitura dove si poggiano i polsi gommata anch’essa e il touchpad sensibile il giusto, scorrevole, decisamente funzionale. Poiché lo schermo è di tipo touch, Dell ha ritenuto non necessario proporre il trackpad incastonato nella tastiera. 

Dell Latitude 7285 2-in-1, le diverse possibilità di utilizzo
Dell Latitude 7285 2-in-1, le diverse possibilità di utilizzo

La tastiera con cui proviamo il sistema ci giunge nella configurazione francese, e rileviamo al fianco dei tasti freccia due tasti di scorrimento rapido funzionali. Inutile aggiungere le critiche del caso a Windows 10 a 64 bit che ci propone l’interfaccia italiana del sistema operativo, ma con alcuni menu in “lingua mista” per cui non appena abbiamo impostato l’inserimento da tastiera (francese), nei menu di sistema sono comparse voci in entrambe le lingue (per esempio riguardo la configurazione per la connessione di rete, e altro…). Non avranno problemi ovviamente tutti coloro che acquistano la soluzione con l’accessorio per il nostro Paese. 

Dell Latitude 7285, le specifiche del modello in prova

La versione Dell Latitude 7285 2-in-1 che testiamo è senza dubbio di fascia alta. Il touchscreen in rapporto 3:2 è protetto con vetro Corning Gorilla Glass, vanta una luminosità di 400 nit e la risoluzione 2880×1920. La finitura dello schermo è lucida, non la nostra preferita per le lunghe sessioni di lavoro.

A nostra disposizione c’è una Cpu Intel Core i5-7Y57 di settima generazione (4 MB di cache, €no a 3,3 GHz), ci sono 8 Gbyte di Ram DDR3 a 1,866 MHz, supporto grafico integrato con Intel HD 615, 256 Gbyte di disco SSD Samsung NVMe PM971.

Il comparto multimediale prevede sulla scocca posteriore esterna la disponibilità di una Webcam con sensore da 8 MP, mentre quella anteriore sfrutta un sensore da 720 MP a fuoco fisso. E’ inoltre disponibile una Webcam a raggi infrarossi per il supporto di Windows Hello. Il chipset audio è fornito da Realtek nel modello ALC3253, ma la diffusione è lasciata a un amplificatore stereo interno (2W per canale). Ogni utente si può tranquillamente immaginare i limiti.

Dell Latitude 7285
Dell Latitude 7285

La soluzione non prevede autenticazione tramite l’impronta digitale, ma offre quella con il riconoscimento del volto (Windows Hello) e ovviamente tramite password e PIN. Per quanto riguarda l’autonomia essa è garantita in alcune configurazioni da due batterie ai polimeri, secondo il software preinstallato la prima garantisce una capacità di progettazione di 20,90 Wh, la seconda invece di 34 Wh. Il nostro modello sembra sfruttarne una sola.  

Il comparto radio prevede il supporto WiFi AC8265, Bluetooth 4.2 e nel nostro caso la disponibilità di un modem Dell Wireless Qualcomm Snapdragon X7 LTE-A. Possiamo tranquillamente dire che alla soluzione non manca nel complesso nulla.

Si potrebbe contestare alla proposta la mancanza anche solo di una presa USB type A classica, per le fatidiche chiavette ancora così tanto utilizzate in ambito professionale. Eh sì. Se ne sentirebbe la mancanza.

Sarebbe davvero una scocciatura dovere collegare al volo una docking station: per fortuna però nella confezione abbiamo trovato proprio un cavetto adattatore – immaginiamo di serie – che consente di trasformare una presa USB Type C proprio nella agognata interfaccia USB Type A per collegare dischi esterni e chiavette, quella che serve a noi. Ottima soluzione, e bene ha fatto Dell ha lasciare comunque la disponibilità della doppia interfaccia Type C.

Dell Latitude 7285, esperienza d’uso e giudizio

La soluzione proposta da Dell con il suo Latitude 7285 è decisamente originale, ma anche ben studiata. Per esempio, mentre sono frequentissime le proposizioni con display nell’oramai classico rapporto 16:9, anche per assecondare la fruizione dei contenuti multimediali, non abbiamo trovato per nulla fuori luogo la proposta anche su una tavoletta dei 3:2. Anche la calibratura del rapporto dei pesi tra la base (tastiera) e il tablet – che è la vera “macchina” – è ben riuscita grazie anche a un incernieramento affidabile.

Certo il prezzo di questa configurazione, intorno ai 1600 euro, qualche dubbio ce lo lascia. Si tratta di un prezzo soglia, che permette l’acquisto di un’ottima configurazione se si sceglie un laptop superleggero. E’ vero che i 2-in-1 non sono per nulla “figli di un dio minore” ed è questo un ottimo esempio sul tema, considerate le prestazione che stiamo per analizzare.

Tuttavia servirà proprio chiedersi: “Ho bisogno di un sistema di computing da poter utilizzare proprio come una tavoletta o no?”, perchè se acquistate Dell Latitude 7285 per utilizzarlo come un laptop allora tanto vale acquistare un laptop. Ecco perché a nostro avviso potrebbe essere interessante anche una proposta a un prezzo che sia sensibilmente inferiore con l’acquisto della tastiera che resta discrezionale. 

Dal punto di vista delle prestazioni questa configurazione ha meritato con i nostri testi PcMark 10 Professional il punteggio complessivo di 2690, distinguendosi però per le prestazioni relative alla produttività, ambito per cui in effetti viene proposto. In questo comparto Latitude 7285 ha guadagnato 4591 punti.

Le prestazioni assolute quindi sono nel complesso inferiori a quelle di Lenovo Miix 510 da noi provato, che però complessivamente a questo punto del confronto ci convince meno come 2-in-1 effettivamente in grado di rimpiazzare adeguatamente un laptop, soprattutto per quanto riguarda la base tastiera, in cui a nostro avviso Latitude 7285 offre molto di più.

Buona, ma non eccellente l’autonomia complessiva, intorno alle 5/6 ore di lavoro intensivo. Molto bene si comporta lo stilo di metallo che sfrutta una batteria AAA e due bottoni al litio, l’esperienza di utilizzo del dispositivo come semplice tablet è sempre risultata appagante anche in fase di scrittura a mano libera. In questo comparto promosso a pieni voti.       

 

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore