Eolo lancia Missione Comune per salvare i paesi dallo spopolamento

AziendeFinanziamenti

Luca Spada, presidente e fondatore di Eolo, operatore internet FWA in Italia, spiega la decisione di promuovere un progetto di restituzione e sensibilizzazione sul tema dell’abbandono dei piccoli comuni

Eolo appoggia il progetto che vuole evitare lo spopolamento dei paesi. Luca Spada, presidente e fondatore di Eolo, operatore internet FWA in Italia, spiega la decisione di promuovere un progetto di restituzione e sensibilizzazione sul tema dell’abbandono dei piccoli comuni, che ha preso il via venerdì 5 aprile con l’annuncio provocatorio da parte del sindaco di Esino Lario (LC) Pietro Pensa di vendere parti del proprio comune. “Lo spopolamento è un’emergenza nazionale silenziosa, che crea gravi danni all’economia e alla cultura del nostro Paese. Per questo, da imprenditore originario di un piccolo comune del varesotto, ho sentito la necessità di fare qualcosa di concreto per i nostri piccoli borghi. Il progetto è nato da un puro desiderio di restituzione e vicinanza ai territori dove operiamo come azienda da anni e sui quali osserviamo giorno dopo giorno l’impatto positivo che la banda larga genera concretamente. Ne siamo sempre stati convinti e questa convinzione si è ulteriormente rafforzata quando 4 anni fa, in un virtuoso esempio di partnership pubblico/privato con il Ministero dello Sviluppo Economico, abbiamo avviato un progetto in co-finanziamento per un valore di 50 milioni di euro per abbattere il digital divide in 5 regioni d’Italia. Proprio grazie a questo progetto abbiamo conosciuto tantissime realtà territoriali in grande spopolamento e abbandonate e abbiamo capito che se non c’è infrastruttura e rete internet mancano anche i servizi di base”, spiega.

Luca Spada

“Ho quindi chiesto a Pietro Pensa, Sindaco di Esino Lario, di aiutarmi a far discutere del tema, nella speranza che questa provocazione aiuti ad attivare energie positive per salvaguardare l’immenso patrimonio dei piccoli centri. Come sapete Esino Lario è un comune virtuoso che non si trova in difficoltà economica e che negli ultimi anni ha incrementato la sua popolazione anche grazie alla presenza di servizi infrastrutturali di base e dotazioni smart, a riprova di quanto sia importante e indispensabile un’offerta di questo genere anche in cittadine così piccole. L’iniziativa è stata sostenuta sin da subito anche l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI). Il mio augurio è che con Pietro Pensa molti altri sindaci, cittadini e istituzioni si uniscano a noi per fare sistema e costruire insieme un futuro migliore con questo progetto che abbiamo voluto chiamare Missione Comune. Sono convinto che collaborando in maniera positiva con istituzioni locali e nazionali riusciremo ad attivare un processo positivo e di inversione della tendenza allo spopolamento.” ha proseguito Spada.

Eolo Missione Comune

L’obiettivo del progetto Missione Comune di EOLO, è di aiutare i piccoli comuni sotto i 5mila abitanti a contrastare il crescente spopolamento, offrendo dispositivi tecnologici e connettività che possono portare anche le realtà più piccole ad innovarsi e a trasformarsi in “Smart City”. Da oggi è live la piattaforma missionecomune.eolo.it con la quale verrà data la possibilità ai comuni sotto i 5mila abitanti di partecipare alla distribuzione delle risorse del progetto. I comuni destinatari di queste donazioni saranno scelti direttamente tramite il voto dei cittadini e dei simpatizzanti. La cittadinanza sarà infatti chiamata a partecipare per aggiudicarsi il contributo massimo di 14mila euro, attraverso “missioni” social di promozione del proprio territorio seguendo le indicazioni presenti sul sito della piattaforma.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore