Google Chrome (release 2.0.156.1)

ManagementSistemi OperativiWorkspace

Le novita’ rispetto alla beta uscita alcuni mesi fa ci sono, anche se non immediatamente evidenti. Al di la’ delle correzioni dei bug finora rilevati, si segnala una nuova gestione delle finestre e il motore WebKit potenziato

Tra le principali novità si segnala la possibilità di scorporare una delle schede aperte e farla diventare una finestra indipendente, disponendola in una delle posizioni consentite: a tutto schermo, alla sinistra o alla destra della finestra iniziale, dividendosi l’intero spazio disponibile oppure sovrapponendodi ad essa. La semplicità di questa operazione è dovuta al fatto che pul essere eseguita per trascinamento cliccando sull’instazione della scheda e spostandola dove si vuole, aiutati da icone che appaiono quando ci si trova in prossimitò di una delle posizioni disponibili.

2.jpg

Le schede possono diventare finestre indipendenti e disposte sullo schermo a piacere mediante semplice trascinamento

Colmata una lacuna della versione beta che porta ora Chrome sullo stesso piano – per questa funzionalità – dei vari Internet Explorer e Mozilla Firefox: si tratta dello scorrimento automatico delle pagine mediante pressione del tasto centrale del mouse. Una volta premuto, il cursore cambia aspetto assumento la classica forma a freccia quadridirezionale: muovendo il mouse in una delle direzioni, si avvia lo scorrimento delle pagine. E’ possibile anche lo scorrimento in diagonale in caso di finestra ridotta a minime dimensioni.