Google Chrome (release 2.0.156.1)

ManagementSistemi OperativiWorkspace

Le novita’ rispetto alla beta uscita alcuni mesi fa ci sono, anche se non immediatamente evidenti. Al di la’ delle correzioni dei bug finora rilevati, si segnala una nuova gestione delle finestre e il motore WebKit potenziato

Altro miglioramento riguarda il controllo ortografico durante la digitazione. E’ possibile attivare o disattivare questa funzionalità direttamente dal menu contestuale al tasto destro del mouse, oltre che cambiare la lingua e il tipo di font in uso. Attivando il controllo ortografico per uno specifico campo, è possibile rendersi conto di aver ad esempio digitato male una parola mediante una sottolineatura rossa (come avviene in Word per intenderci).

4a.gif

Il controllo ortografico all’interno di un campo segnala eventuali errori durante la digitazione

Durante la navigazione è possibile aprire una seconda finestra utilizzando uno dei profili memorizzati: ciascun profilo ha impostazioni proprie che vengono in questo caso ereditate e utilizzate, ad esempio preferiti, cronologia e impostazioni relative ai cookies. Alla creazione di un nuovo profilo (sempre dal menu degli strumenti) è possibile salvare un collegamento sul desktop in modo da poter avviare immediatamente una sessione di Google Chrome con le proprie impostazioni. Questa opzione risulta utile quando ci si trova su computer condivisi, ma con un unico account per l’accesso alle risorse del pc.

4.gif

Ciascun profilo eredita impostazioni relative alla navigazione (preferiti, cookie, cronologia etc…)