HR manager e finance: premiati i talenti che hanno meno di 40 anni

FormazioneManagement

Nell’ambito di un premio voluto da Business International e Federmanager Giovani sono stati premiati a Roma cinque talenti in ambito risorse umane e finanza che si sono distinti

Giovani talenti nella gestione delle risorse umane e area finanza premiati. Sono stati cinque i manager che si sono distinti nel percorso professionale e, nell’ambito dei convegni “Re-Inventing Finance” ed “HR Business Conference”, ai quali hanno partecipato oltre 500 executive di grandi imprese e multinazionali, in cui sono stati presentati in anteprima i risultati di due studi sull’evoluzione del CFO ed HR Director, realizzati da Fiera Milano Media – Business International che con Federmanager Giovani ha dato vita al premio, hanno visto premiata la loro attività.

I migliori HR under 40 sono Gabriele Franceschini, Executive Human Resources Director, Baker Hughes, A GE Company e Giovanni Buonajuto, HR Director Industrial Area EMEA Region, Whirlpool Corporation. In area Finanza i vincitori sono Alessandra Bruni, Responsabile Amministrazione, Bilancio e Tesoreria del Gruppo Fintecna; Nicola De Santis, CFO di SIFI Spa (Holding Gruppo Fanti) e Flavio Caruso, CFO Europe, Sandoz, premiati dal campione di rugby Martìn Castrogiovanni. “La competenza è l’unica ricetta per crescere”, afferma Stefano Cuzzilla, presidente Federmanager. “Questo Paese ha bisogno di iniziative che valorizzino merito e talento: per questo vogliamo che si conoscano i nomi e i cognomi dei manager che stanno cambiando i modelli organizzativi e di business in azienda. Dare loro la giusta visibilità è un modo per sostenere tutte le nuove generazioni di manager che stanno lavorando per il nostro futuro”.

Finance Under 40

“Con questo premio vogliamo dare visibilità e far emergere i giovani talenti che stanno trasformando le aziende portando nuove idee, entusiasmo e visioni di business innovative” spiega Carlo Antonelli, Amministratore Delegato di Fiera Milano Media – Business International. “Dai due studi che abbiamo realizzato su oltre 200 CFO e Direttori HR, emerge che le priorità oggi siano la digitalizzazione, la semplificazione e l’innovazione dei processi con la necessità di aumentare la produttività e limitare i costi”. “CFO ed HR sono le due figure chiave in grado di abilitare questo cambiamento e, attraverso le nostre iniziative informative e formative, vogliamo continuare ad esplorare ed aiutare queste figure nel trovare nuove chiavi di lettura al processo di trasformazione delle aziende, anche attraverso la scoperta di giovani talenti, i nuovi capi azienda delle aziende del futuro”.