I Pentium 4 del 2005

LaptopMobility

Intel presenta una nuova serie di processori dotata di una cache L2 raddoppiata e perfeziona i Pentium 4 della famiglia 500. Ecco le prove

Iniziamo con il Pentium 4 Extreme edition che, a parte il passaggio di frequenza di clock da 3,46 a 3,73 MHz, mette a disposizione un Front side bus a 1.066 MHz, non utilizzato però ancora per i Pentium 4 della serie 600. Le altre due principali novità di questa Cpu sono la presenza di una cache al secondo livello di 2 Mbyte e l’uso della tecnologia EMT64. Il vantaggio principale della tecnologia a 64 bit EMT64 risiede nella capacità di indirizzare più di 4 Gbyte di memoria: un software adeguato potrebbe quindi fornire prestazioni più elevate in certe applicazioni. Microsoft ha annunciato ufficialmente che rilascerà la versione a 64 bit di Windows nella prima metà del 2005 e sta già consegnando agli sviluppatori e ai costruttori la release Candidate 1 dotata di tutte le caratteristiche della versione definitiva. Non manca la presenza del bit Execute Disable che dovrebbe impedire la propagazione dei virus nelle zone protette della memoria. Le altre caratteristiche, come il supporto per la tecnologia Hyper Threading e il processo produttivo a 90 nanometri, restano invariate. Dal punto di vista costruttivo, Il processore ha un die che misura 135 mm2 e utilizza 169 milioni di transistor e usa socket LGA775. Il Pentium 4 Extreme edition, come il precedente, è dedicato ai power user e ai giochi, e in generale alle applicazioni che richiedono le prestazioni più elevate. Con il Pentium 4 660, Intel introduce, oltre ai due Mbyte di cache L2 e alla tecnologia EMT64, anche quella Enhanced SpeedStep (Eist). Si tratta, in sostanza, del sistema di gestione dei consumi derivato dalla piattaforma Centrino per portatili e già portato con successo nei processori per server e workstation. Questa tecnologia permette la gestione dei consumi anche da parte del sistema operativo (Windows Xp con il Service Pack 2 supporta già questa funzione) senza impatti sulle prestazioni. A parte il Front Side bus che resta a 800 MHz, le altre caratteristiche sono analoghe all’altra Cpu: lo zoccolo utilizzato per il processore è l’LGA775, il die del chip è di 135 mm2 e i transistor sono 169 milioni. Anche questo processore supporta l’Execute Disable bit e la tecnologia Hyper Threading.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore