Idf Spring 2004

Management

Tutto per la casa digitale, estensioni a 64 bit anche per Prescott,
nuovi concept Pc anche per il mercato dei portatili, Usb Wireless:
queste sono solamente alcune delle novità viste in questa edizione

Le voci sulla presentazione di una tecnologia a 64 bit da parte di Intel, diversa da quella usata per Itanium (e simile a quella introdotta dagli Opteron di Amd), erano molto insistenti prima di Idf. L’annuncio c’è stato, ma chi si aspettava però l’introduzione immediata di nuovi processori con questa funzionalità è rimasto deluso. Craig Barrett, ha infatti presentato le 64 bit Extension per i processori Xeon, ma le prime Cpu a usarle saranno quelle con il nome in codice Nocona, in pratica la prossima generazione di Xeon Dp per server di fascia bassa e workstation il cui arrivo è previsto per il secondo trimestre 2004. Il passo successivo sarà l’introduzione di queste estensioni anche sulle prossime versioni di Xeon Mp (quelli con il nome in codice Potomac) e Prescott (i Pentium 4 prodotti con processo a 0,09 micron). Il fatto che saranno utilizzate da Prescott non deve però far credere che tra breve avremo a disposizione Pc desktop con estensioni a 64 bit, visto che questo tipo di Cpu può essere usato anche da workstation entry level e server monoprocessore. In effetti Intel ha precisato che uno degli scopi dell’introduzione di queste estensioni è quello di offrire una maggiore capacità di indirizzamento della memoria. Ovviamente le Cpu con le estensioni a 64 bit sono in grado di eseguire anche il consueto codice a 32 bit, ma non possono però usare quello a 64 bit dei processori Itanium. Le estensioni sono costituite, in pratica, da puntatori a 64 bit e registri a 64 bit, con in più otto registri aggiuntivi per le Sse e altri otto di tipo general purpose. È supportata anche la doppia precisione per gli integer. Per il software, Microsoft ha dichiarato che nella seconda metà del 2004, Windows Server 2003 supporterà le estensioni a 64 bit dei processori Nocona. Anche Red Hat ha dichiarato il supporto di questa nuova tecnologia in Red Hat Enterprise Linux, così come SuSE con la SL9.1 prevista per il secondo trimestre 2004. Alla domanda sulla compatibilità fra le estensioni a 64 bit realizzate da Intel con quelle degli Opteron e Athlon 64 di Amd, Intel precisa che occorre tenere conto anche delle differenze fra le architetture, come per esempio la disponibilità nei processori Intel della tecnologia Hyper Threading e le istruzioni Sse3 che non sono presenti, invece, nei processori Amd.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore