Integrare non è un gioco

Management

L’impresa deve valutare attentamente gli investimenti tecnologici perché il loro impatto sull’efficienza della propria struttura è diretto.

L’approccio “fai da te”non piace a Bianchi non tanto per motivi professionali, ma perché non paga e, in alcuni casi, è da considerare controproducente:”ll risparmio in termini di costi di acquisizione dei singoli componenti, ammesso che ci sia, spesso è reso vano dagli oneri legati all’assistenza e alla manutenzione. Alcune scelte It influenzano interi processi aziendali ed è necessario affrontarle dal punto di vista progettuale, implementando soluzioni integrate e non limitandosi ad acquisire singoli elementi hardware e software. Ciò è ancora più vero quando si affrontano temi legati alla gestione delle informazioni e alla sicurezza dei dati sensibili, asset di primaria importanza per aziende di grandi dimensioni così come per le piccole e medie imprese”. In questo caso l’impegno di un system integrator come Tecnonet è di investire nella formazione del proprio personale tecnico per allinearsi ai continui sviluppi tecnologici, ciò consente di offrire servizi a valore aggiunto, proponendosi all’azienda come interlocutore qualificato in grado di dare soluzioni complete e adeguate ai bisogni emergenti. Molte imprese, invece, atterrite dalla congiuntura economica sfavorevole, hanno preferito rimandare gli investimenti legati ai sistemi It. Il fenomeno dura da almeno tre anni, e le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti: le infrastrutture e i sistemi It rischiano di essere inadeguate e le aziende perdono competitività. “Rimandare gli investimenti è un controsenso – spiega Bianchi – come se si potesse trattenere il respiro per risparmiare il fiato. Con quale risultato per l’azienda? Per esempio, alla disponibilità di reti metropolitane che offrono larga banda e contenuti multimediali a prezzi convenienti, non corrispondono reti aziendali in grado di accogliere e distribuire i servizi offerti. In generale, le priorità delle medie imprese in termini d’adeguamento delle loro infrastrutture It non riguardano solo la banda trasmissiva, ma coinvolgono molti altri aspetti: la sicurezza interna ed esterna, la produttività, la convergenza voce-dati e la conservazione dei dati in ottemperanza alle normative vigenti. Agire in questi campi significa riguadagnare il tempo perduto in un contesto che, sempre più, offre sfide e opportunità di business a carattere internazionale”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore