iPhone 5, lo vorremmo così…

Dispositivi mobiliMarketingMobilityWorkspace

Finora iPhone 5 vive di rumors e previsioni: molte indiscrezioni, pochissime conferme e il popolo della Rete si scatena con speranze e attese. Ecco alcune delle cose che vorremmo vedere o ci aspetteremmo di trovare nel prossimo iPhone 5

Memoria

Come per i computer, così per gli smartphone la gestione e l’archiviazione dei dati risente della qualità degli stessi: considerando che gran parte dei contenuti digitali è rappresentata da video in alta definizione, non sfugge ai più la necessità di avere sul proprio smartphone più memoria di archiviazione possibile. Avere uno storage di 64GB potrebbe essere una valida soluzione, confermando la volontà di non accogliere schede microSD naturalmente.

Tecnologia NFC, Near Field Communication

Nella corsa-rincorsa tra Apple e Google non poteva mancare una tappa dedicata alla NFC, ovvero la possibilità di effettuare pagamenti direttamente tramite smartphone. Google ha lanciato Wallet alcuni mesi fa, prevedendo l’integrazione di questo servizio sui device equipaggiati con Android. Il successo di questo progetto saranno il tempo e gli utenti, come sempre, a decretarlo, ma più di un indizio lasciano pensare che la direzione possa essere quella giusta. E quindi appare difficile che Apple non tenti di percorrerla.

Google Wallet attende la riposta di Apple: arriverà con iPhone 5?
Google Wallet attende la riposta di Apple: arriverà con iPhone 5?

Addio Bumper

Ricordate il bumper? Era una guaina in gomma che Apple aveva deciso di regalare ai primi possessori di iPhone 4 per ovviare a un problema di ricezione che alcuni utenti lamentavano quando utilizzavano lo smartphone con la mano sinistra (noi stessi avevamo verificato l’effettiva anomalia in questo video). Il problema fu poi risolto, ma naturalmente è auspicabile che Apple abbia fatto tesoro di quell’inconveniente e prevenga questo tipo di problema di antenna con il nuovo iPhone 5.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore