ISTAT, nel paniere 2019 entrano hoverboard e WebTV

Autorità e normativeGovernanceMobilityNormativa

Novità per quanto riguarda i prodotti analizzati per gli indici dei prezzi al consumo per il 2019. Nel paniere ISTAT entrano le cuffie con il microfono, WebTV e hoverboard su cui il legislatore è ancora in fase ‘sperimentale’

Nel paniere del 2019 utilizzato per il calcolo degli indici NIC (per l’intera collettività nazionale) e FOI (per le famiglie di operai e impiegati) figurano 1.507 prodotti elementari (1.489 nel 2018), raggruppati in 922 prodotti, a loro volta raccolti in 407 aggregati.

Il paniere di riferimento della rilevazione dei prezzi al consumo ogni anno è rivisto da ISTAT che aggiorna contestualmente le tecniche d’indagine e i pesi con i quali i diversi prodotti contribuiscono alla misura dell’inflazione.

Per il calcolo dell’indice IPCA (armonizzato a livello europeo) si adotta un paniere di 1.524 prodotti elementari (in lieve ampliamento rispetto ai 1.506 nel 2018), raggruppati in 914 prodotti e 411 aggregati.

L’aggiornamento del paniere tiene conto dei cambiamenti emersi nelle abitudini di spesa delle famiglie, dell’evoluzione di norme e classificazioni e in alcuni casi arricchisce la gamma dei prodotti che rappresentano consumi consolidati.

ISTAT ha comunicato in data 4 febbraio l’ingresso di prodotti che hanno acquisito maggiore rilevanza nella spesa delle famiglie, che riportiamo integralmente: tra i beni alimentari, Frutti di bosco e Zenzero; nei trasporti, Bicicletta elettrica e Scooter sharing. Entrano inoltre nel paniere la Cuffia con microfono (tra gli apparecchi audiovisivi, fotografici e informatici), l’Hoverboard (tra gli articoli sportivi) e la web TV (nell’ambito degli abbonamenti alla pay tv). Escono dal paniere il Supporto digitale da registrare e la Lampadina a risparmio energetico. 

ISTAT – Paniere dei prezzi al consumo per il 2019

Ad arricchire la gamma dei prodotti che rappresentano consumi consolidati, entrano nel paniere Tavolo, Sedia e Mobile da esterno (tra i mobili da giardino), Pannoloni e Traversa salvaletto (tra gli altri prodotti medicali) e i prezzi dell’Energia elettrica del mercato libero, affiancano quelli del regime di maggior tutela nel contribuire alla stima dell’inflazione.

Nel complesso, le quotazioni di prezzo usate ogni mese per stimare l’inflazione sono circa 6.000.000 e hanno una pluralità di fonti: 458.000 sono raccolte sul territorio dagli Uffici comunali di statistica e 238.000 direttamente dall’Istat; oltre 5.200.000 tramite scanner data; più di 86.000 arrivano dalla base dati dei prezzi dei carburanti del Ministero dello Sviluppo economico.

Rileviamo invece come sia abbastanza singolare il fatto che uno strumento di trasporto come l’hoverboard sia riconosciuto facente parte del paniere anche da ISTAT, mentre il legislatore naviga ancora in una fase che potremmo tranquillamente definire “sperimentale”.

Parliamo di una proposta di legge presentata dal parlamentare del PD Luciano Nobili, a fine 2018 in occasione della Manovra Economica che all’epoca era in fase di discussione. Il comma 3-ter avrebbe avviata la sperimentazione nelle città della circolazione su strada di veicoli di mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica come segway, hoverboard e monopattini alla fine di gennaio non se ne sapeva ancora nulla.

Ad oggi Legge di Bilancio prevede detrazioni fiscali per l’acquisto e la posa in opera di infrastrutture di ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica per le spese documentate sostenute dal primo  marzo 2019 al 31 dicembre 2021, sta in piedi anche la sperimentazione nelle città per hoverboard e monopattini, da qui a dire che sull’argomento è stata fatta chiarezza c’è di mezzo il mare.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore