La digital transformation rende ‘precisa’ la coltura agricola

Aziende

Agricolus è la startup seguita da Speed MI Up che aiuta a gestire il settore agricoltura in ambito di digital transformation. Un modo per portare avanti un concetto di coltura agricola 4.0

Metti assieme una startup, un incubatore, una passione e uno strumento tecnologico pensato per la coltura agricola. Già, perchè oggi, parlare di It e di trasformazione digitale non fa più pensare solo al mondo dell’Information Technology ma agli innumerevoli incontri e scontri che si possono avere anche in altri campi. Si pensi a come è cambiato il settore sanitario, della meccanica, dell’automotive e, perchè no, anche dell’agricoltura. Ci ha pensato Agricolus, realtà che nasce nel 2017 dall’unione delle attività di ricerca di TeamDev, software house di Perugia con decennale esperienza nella applicazione di tecnologie geo-spaziali in agricoltura, e di Aedit, spin off della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa che ha per oggetto l’attività di ricerca, sviluppo, trasferimento e diffusione di tecnologie informatiche nel settore agro-ambientale.

Il team comprende agronomi, sviluppatori informatici, analisti GIS (Geographic Information System) e data scientist. Grazie alla vittoria del premio sull’economia circolare della Fondazione Bracco, nel febbraio 2018 Agricolus è entrata a far parte di Speed MI Up, incubatore d’impresa di Università Bocconi e Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi, con il supporto del Comune di Milano.

E cosa ha sviluppato? Uno strumento tecnologico per le imprese dell’agroalimentare da utilizzare le più moderne tecnologie di raccolta e analisi dati. Si chiama Agricolus Essential (https://www.agricolus.com) ed è una piattaforma web pensata per l’agricoltura di precisione. Grazie al digitale, permette di prendere la decisione giusta al momento giusto, effettuando azioni mirate per le specifiche esigenze di ogni coltura, migliorando la gestione dell’azienda agricola e incrementando efficienza e sostenibilità.

Antonio Natale

Agricolus Essential, che si affianca ad Agricolus Free, soluzione gratuita pensata per gli operatori che vogliono familiarizzare con le tecnologie innovative per l’agricoltura, è un collettore di dati che, attraverso modelli matematici, offre previsioni e stime. Fornisce supporto alle decisioni (DSS) e contribuisce alla lotta intelligente alle fitopatie. Permette di mappare i campi, consultare le analisi satellitari per comprendere l’evoluzione e la variabilità delle colture nel tempo, registrare irrigazioni, trattamenti e concimazioni. Una professional dashboard condivisa con l’agronomo che segue l’azienda serve a monitorare, anche da remoto, lo stato degli appezzamenti. Grazie alla app è possibile gestire l’azienda agricola e i campi anche da mobile. Quali vantaggi? Miglioramento della produttività e della gestione delle colture, monitoraggio delle patologie, risparmio sull’utilizzo di prodotti fino al 25%, si riducono costi economici e impatto ambientale.

Grazie ad Agricolus, anche le piccole imprese agroalimentari entrano nell’era 4.0. “È una piattaforma per gli agricoltori del futuro, sempre più smart e tecnologici, insoddisfatti di soluzioni troppo complesse e inaccessibili”, spiega in una nota Antonio Natale, COO di Agricolus. “Così, l’agricoltore è in grado di concentrarsi esclusivamente sui processi agronomici, incrementando l’efficienza e la sostenibilità del proprio lavoro. È un cambio di paradigma. Le decisioni sono guidate sempre più dai dati empirici. C’è sempre meno spazio per intuizioni, credenze, colpo d’occhio”. 

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore