La prima volta di Oppo in 5G su Internet

MobilityNetworkSmartphone

La telefonia cellulare Oppo ha completato con successo per la prima volta l’accesso 5G a Internet. Gettate le basi per il rilascio di smartphone 5G in commercio già nel 2019

La telefonia cellulare Oppo ha completato per la prima volta, l’accesso 5G a Internet. L’annuncio è stato dato da Brain Shen, Global Vice President e President of China Business Department di Oppo su Sina Weibo (un social media cinese), e sta a significare il work in progress del vendor cinese in attesa del lancio commerciale di smartphone 5G per il prossimo anno.

Il post su Weibo del Presidente descrive nel dettaglio il successo della connessione tra uno smartphone R15 e la rete 5G, avvenuta nel laboratorio di ricerca sul protocollo 5G. La connessione è stata effettuata su uno smartphone 5G non ancora disponibile in commercio sviluppato sulla base di Oppo R15, customizzato con componenti 5G, completamente integrate, tra cui scheda di Sistema, RF, Rffe e antenna. Il logo 5G è stato inserito nell’angolo in alto a destra dello schermo.

In qualità di pioniere del 5G, Oppo si è impegnata a essere uno dei principali attori dello standard 5G ed è diventato un importante promotore dello sviluppo di questi prodotti, impegnandosi concretamente a diventare il primo marchio nella loro commercializzazione. 

L’organizzazione di standard internazionali 3GPP ha affermato che Oppo è al primo posto per il numero di documenti presentati da un’azienda tecnologica globale. Inoltre, Oppo aveva già iniziato ad esplorare le applicazioni 5G, compresa la visione 3D e l’intelligenza ambientale.

Il terminale basato su Oppo R15 che ha permesso la visualizzazione del sito di Oppo con il collegamento in 5G

Già a maggio 2018, era stata annunciata l’implementazione di un servizio di videochiamata 5G al mondo utilizzando la tecnologia a luce strutturata 3D. Effettuata presso l’Oppo Research Institute, una fotocamera con immagini 3D era stata integrata con un telefono cellulare Oppo per acquisire informazioni di ritratto in 3D. Il prototipo del nuovo terminale di interfaccia aerea di Qualcomm 5G è stato poi utilizzato per ripristinare l’immagine di ritratto 3D sul display di ricezione remota.

Gli annunci odierni si ricollegano direttamente alla partnership con Qualcomm Technologies, nota anche come programma 5G Pilot, programma volto a esplorare congiuntamente le innovazioni della tecnologia mobile nella rete 5G.

In seguito è stata colta l’occasione per presentare l’Istituto di Ricerca OPPO, sviluppato per potenziare le capacità di innovazione tecnologica e di ricerca dell’azienda, facilitando inoltre la definizione preliminare delle esigenze dell’utente. L’obiettivo è creare una qualificazione tecnica per la futura forza competitiva dell’azienda e dei suoi prodotti. L’OPPO Research Institute ha sede a Shenzhen insieme agli altri centri di ricerca e sviluppo che si trovano a Pechino, Shanghai, Yokohama e in Silicon Valley. 

L’azienda cinese sta anche attivamente esplorando le applicazioni 5G. Al recente Summit Qualcomm 4G / 5G, Henry Tang, Direttore dello Standard Research Center, ha tenuto uno speech su Ubiquitous Reality – When 5G Meets 3D Vision. L’Ubiquitous Reality sarà la prima fase degli scenari applicativi supportati da 5G. La realtà virtuale e aumentata offrirà agli utenti un’esperienza completamente immersiva. Attraverso applicazioni sempre attive nel mondo reale, gli utenti sperimenteranno molti scenari applicativi specifici 5G come videochiamate 3D, giochi online, self-service AR e acquisti AR.

Read also :