MacBook Air con SuperDrive

LaptopMobility

Foto, test, prova su strada del MacBook più chiacchierato del momento. Nel nostro speciale tutto quello che bisogna sapere prima dell’acquisto

Lo schermo LCD (da 13,3 pollici) è retroilluminato a LED, per preservare la batteria, e consente la riduzione graduale dell’illuminazione. Per quanto riguarda la connettività MacBook Air dispone di supporto per le reti Wireless b, g e n, Bluetooth 2.1 EDR. Air è disponibile anche nella versione a 1,8 GHZ con 64 GB di SSD; rispetto al disco da 80 GB – oggetto della nostra prova – il prezzo lievita da 1.699 a 2.868 euro. Coerentemente con il nome, Air, questo super sottile è stato spogliato di tutto: ha un’unica porta USB standard, la presa jack per le cuffie, la presa proprietaria per adattatori video VGA e DVI (compresi nella confezione) e una mini-DVI. Tutto qui.

usb_air.png

Tra l’altro basta una chiavetta un po’ ingombrante e facilmente non sarà utilizzabile la porta mini-DVI. Non ci sono prese firewire. Nel MacBook Air però è stato trovato lo spazio necessario per la WebCam iSight Camera che può registrare video con una risoluzione 640×480. A fianco sono presenti due sensori: uno per la luce della retroilluminazione della tastiera, l’altro è il microfono. Air è dotato di un unico altoparlante, più potente però degli speaker di un normale MacBook (ma meno di quelli del MacBook Pro).

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore