MacBook Air con SuperDrive

LaptopMobility

Foto, test, prova su strada del MacBook più chiacchierato del momento. Nel nostro speciale tutto quello che bisogna sapere prima dell’acquisto

Prova su strada

Con il MacBook Air arrivato in redazione, prima di tutto abbiamo voluto provare la possibilità di Condivisione DVD o CD con un computer Windows. La mancanza di un drive esterno nella dotazione standard, potrebbe infatti essere uno dei fattori più convincenti per dissuadere dall’acquisto.

Il modo migliore per sfruttare questa funzione richiede l’installazione del software dedicato (disponibile sul primo disco di installazione).

remotamacosx.png

E’ necessario poi che il computer Windows e il Mac stiano sfruttando la stessa rete e che dal computer Windows vengano concessi, tramite il tool installato, i privilegi di accesso. A questo punto dal computer Mac, aprendo il Finder basta selezionare la voce Disco Remoto, individuare il PC che condivide la risorsa hardware e sfogliare i contenuti del CD e del DVD. Grazie all’installazione del software sarà anche possibile installare da remoto Mac OS X, sul MacBook Air. La procedura è molto semplice, ma nel complesso non eccelle per praticità, e ci è anche capitato di dover richiedere un’uscita forzata dal Finder. A nostro avviso è molto più comodo dotarsi di un’unità esterna immediatamente collegabile.E così abbiamo fatto.

superdrive_air.png

SuperDrive costa 89 euro è il masterizzatore CD/DVD d’elezione per il MacBook Air. La velocità di scrittura DVD-R e DVD+R è di 8x che si riduce a 4x per i formati DVD+R DL e DVD-R DL. La velocità di scrittura sale invece fino a 24 X per i CD-R ed è di 16X per i CD-RW. Un’osservazione: MacBook Air diventa realmente completo solo quando è accompagnato dagli accessori e allora però salgono ingombri e fastidi.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore