Moneyfarm apre le sue attività anche al mercato tedesco, dopo Italia e Regno Unito

AziendeFinanziamentiMercati e Finanza
Deutsche Telekom vuole blindare il traffico internet tedesco

Come in Italia e nel Regno Unito, Moneyfarm propone in Germania un modello di servizio ibrido che garantisce a ogni investitore la possibilità di essere supportato da un consulente dedicato

Moneyfarm, gestore del risparmio che opera online annuncia l’avvio dell’operatività nel mercato tedesco, consolidando così il suo percorso di crescita internazionale. Dopo l’Italia (2011) e il Regno Unito (2015), la Germania è infatti il terzo mercato europeo in cui la società offre il suo servizio di gestione patrimoniale online.

L’avvio delle operazioni in Germania fa seguito all’acquisizione del robo-advisor Vaamo (novembre 2018), il gestore patrimoniale digitale che ha esordito in questo paese nel 2014 e che le ha portato in dote, oltre a una consolidata base clienti, anche importanti accordi commerciali, tuttora in essere, come quello con la banca 1822direkt, sussidiaria online di una delle principali banche di investimento tedesche. La società presenta al mercato tedesco una soluzione di investimento in linea con la filosofia che la contraddistingue negli altri Paesi in cui opera: indipendenza, efficientamento dei costi, focus sull’asset allocation e semplicità di utilizzo.

Il mercato tedesco

In Germania Moneyfarm predispone un’offerta basata sul vantaggio che le tecnologie proprietarie le assicurano nei confronti degli operatori tradizionali, avvalendosi anche dell’expertise di Allianz Global Investors (parte del gruppo Allianz) per sviluppare assieme innovative sinergie di prodotto secondo modelli inediti nell’industria del risparmio gestito. In particolare, l’importante esperienza di Allianz Global Investors nella selezione dei fondi e nel risk management, completata dall’efficienza tecnologica di Moneyfarm e dalla minimizzazione dei costi per l’investitore che ne guida da sempre l’approccio alla consulenza, saranno componenti strategiche nello sviluppo di una gestione all’avanguardia in fondi passivi e attivi.

Come in Italia e nel Regno Unito, Moneyfarm propone in Germania un modello di servizio ibrido che garantisce a ogni investitore la possibilità di essere supportato da un consulente dedicato.

I tedeschi sono tra i maggiori risparmiatori al mondo, con il 9% del reddito accantonato ogni anno (contro il 2,4% degli italiani) e un risparmio lordo sul Pil del 28% (contro il 20% degli italiani). Secondo una ricerca di Deutsche Bank nel 2018, il segmento robo-advisory in Germania valeva 3.8 miliardi di euro di AUM (erano 300 milioni nel 2016). Si tratta del 27% dell’intero mercato del segmento in Europa. Da qui al 2022 in Germania è prevista una crescita annuale pari al 57% per i consulenti digitali (per toccare i 24 miliardi di euro di AUM). A livello globale, nel 2018 il mercato principale rimane quello USA con 283 miliardi di dollari di asset investiti “digitalmente”.

Il percorso di espansione internazionale

L’apertura in Germania permette a Moneyfarm di fare un importante e ulteriore passo avanti nel suo percorso di espansione internazionale. Nata nel 2011, è il pioniere della consulenza indipendente in Italia e una delle storie di maggior successo nel panorama dell’innovazione dei servizi finanziari in Europa. Con oltre 700 milioni di euro di asset under management per 40.000 clienti, Moneyfarm è uno dei principali gestori digitali del risparmio in Europa. Il servizio di gestione patrimoniale viene offerto direttamente online (o con il supporto di un consulente dedicato, a seconda del grado di autonomia del cliente), senza avvalersi del tradizionale canale di distribuzione dell’industria del risparmio, basato principalmente su reti di vendita o filiali.

Moneyfarm è una delle aziende innovative più finanziate in Italia (circa euro 74 milioni di finanziamenti raccolti in totale fino ad oggi) e ha visto la propria base clienti e gli asset in gestione più che raddoppiare da inizio 2018, con un ritmo di crescita che è sempre stato a doppia cifra anno su anno. “Puntiamo a raddoppiare ancora le masse nel corso del 2020 – commenta Giovanni Daprà, CEO e Co-fondatore di MoneyfarmLo faremo continuando a investire per incrementare l’offerta di prodotto, mantenere il vantaggio tecnologico rispetto ai concorrenti migliorando ancora la user experience ed esplorando la possibilità di nuove partnership strategiche nel segmento B2B2C per diversificare il nostro canale distributivo.”

Il nostro obiettivo è diventare un leader europeo nella gestione del risparmio – continua Daprà – e l’avvio del mercato tedesco rappresenta un importante passaggio. Crediamo che Moneyfarm sia la miglior soluzione per la gestione del risparmio per un’ampia fetta di investitori, con capitali da 5mila a 1 milione di euro. Testare la nostra tecnologia e il nostro modello in un mercato competitivo e maturo sarà un ulteriore stimolo per continuare investire nella nostra visione in modo sempre più compiuto ed efficace. Sono sicuro che tutti coloro che già investono con Moneyfarm, anche in altri mercati, godranno dei benefici di questo ulteriore sviluppo”.

“Il mercato tedesco – aggiunge Paolo Galvani, Presidente e Co-fondatore di Moneyfarmha dimostrato di essere uno dei più recettivi all’innovazione nella gestione del risparmio (con oltre venti operatori). Siamo orgogliosi di poter continuare a offrire la nostra soluzione in Europa, portando anche in Germania la nostra tecnologia e la nostra filosofia di gestione basata su trasparenza ed efficienza. La distribuzione online e l’automazione del servizio ci permettono di offrire su ampia scala una gestione di grande qualità e personalizzazione a costi molto ridotti rispetto al mercato: i risparmiatori apprezzano i risultati concreti che questa filosofia porta nella loro gestione e ci premiano con tassi di abbandono inferiori all’1%. Siamo tra le poche società del panorama digitale e finanziario europeo a perseguire la via dell’espansione continentale e questo ci riempie di orgoglio.”

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore