Non serve la Digital Transformation se non porta alla soddisfazione dei clienti

Aziende

Interoute ha indagato gli obiettivi primi della Digital Transformation per il manifatturiero. In cima alle priorità la soddisfazione dei clienti. Un risultato possibile attraverso la rivoluzione delle supply chain

Per metà delle aziende del manifatturiero italiano migliorare la customer experience è l’obiettivo principale dei progetti in atto di trasformazione digitale. Lo dice una ricerca commissionata da Interoute – l’operatore proprietario di una piattaforma di servizi cloud globale – ricerca i cui risultati sono estratti da un report consultabile gratuitamente,  che evidenzia infatti che il 68 per cento delle aziende del settore industria e ingegneria nutre fiducia verso questo driver di cambiamento.

Il risultato va letto nel contesto di scenario del settore che ha registrato un buon inizio del 2018, con una crescita maggiore della produzione da inizio 2011 e uno degli aumenti maggiori dei nuovi ordini degli ultimi 18 anni, secondo gli ultimi dati riportati da Markit Economics. Non solo: il dato del 68 percento è più elevato rispetto a quelli riscontrati in ogni altro settore, e superiore alla media europea, che è, invece, pari al 61 per cento.

Gli obiettivi della Digital Transformation

L’obiettivo principale delle aziende del settore manifatturiero, se si parla di digital transformation, è quindi prima di tutto migliorare l’esperienza del cliente. Circa la metà di esse, infatti, segnala come priorità la customer experience, nel quadro dei programmi inerenti questa trasformazione. Non per tutte le industries vale però il risultato, condiviso anche in ambito ingegneristico ma non per esempio per quello legale (32 per cento), oppure del turismo e dei trasporti (38 per cento).

Chi ha messo come priorità quindi la soddisfazione del cliente ha sempre più necessità di una dorsale digitale che offra una connettività e una rete adatte al supporto di una collaborazione più intensa nel contesto della supply chain, e che consenta di fornire una esperienza di acquisto più piacevole ai propri clienti. Il manifatturiero, nello specifico, richiede Piattaforme IT automaticamente scalabili (66 per cento), Messa in sicurezza dell’intera architettura (63 per cento), Evoluzione continua dei processi (59 per cento), Piattaforme digitali in grado di connettere tecnologie legacy e applicazioni cloud (52 per cento).

Simone Bonannini, Vice President Southern Europe, CEE e MEA di Interoute, ha commentato i risultati in questo senso: “Il settore manifatturiero è in cerca di soluzioni per rispondere alle esigenze dei clienti con una mentalità “on-demand”, e, di conseguenza, offrire loro un supporto di ultima generazione. Grazie alla digital transformation, aziende del settore manifatturiero e ingegneria possono contare sul livello di servizio, veloce e ottimale, che i clienti di oggi si aspettano. Anche come consumatori, nel corso della nostra vita assisteremo ad una vera e propria rivoluzione delle supply chain, perché i pezzi di ricambio saranno progettati localmente e spediti solo nelle vicinanze, in un batter d’occhio, migliorando radicalmente la customer experience, perché le richieste verranno evase molto velocemente”

Le aziende manifatturiere che automatizzano la supply chain, e applicano i principi della fabbrica intelligente attraverso lo scambio di dati in tempo reale, quasi naturalmente riescono a declinare funzionalità specifiche dedicate alla customer experience, hi-tech e personalizzate, e questo accresce la necessità di collaborazione con partner e fornitori.

Al momento, tuttavia, più della metà (il 56 per cento) delle aziende del manifatturiero – più che in qualsiasi altro settore economico – ammette di non essere ancora in grado di adattare le strutture aziendali ed innescare il cambiamento, un fattore che rappresenta una delle sfide più ardue della digital transformation.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore