Pad, altro che tablet

AziendeDispositivi mobiliLaptopMobilityWorkspace

Infine Hp, il numero uno dei vendor Pc: sembra aver registrato PalmPad. Hp, forte dell’acquisizione di WebOs di Palm, non solo rinuncia a uno Slate Pc con Windows 7, ma scommette anche sul successo del nome scelto da Apple: iPad. Lo Slate di Hp si chiamerà PalmPad, per far dimenticare i tablet con il pennino

Infine Hp, il numero uno dei vendor Pc: sembra aver registrato PalmPad. Hp, forte dell’acquisizione di WebOs di Palm, non solo rinuncia a uno Slate Pc con Windows 7, ma scommette anche sul successo del nome scelto da Apple: iPad. Lo Slate di Hp si chiamerà PalmPad, per far dimenticare i tablet con il pennino di un’era (Internet) geologica fa.

Con Palm, Hp vuole svecchiare la propria immagine e fare entrare aria fresca: HP ha depositato un’applicazione con lo US Patent and Trademark Office per proteggere il suo tablet con WebOs (già in cantiere): Palmpad o PalmPad, con o senza la seconda P maiuscola.

I nuovi tablet di seconda generazione si chiameranno Pad: inutile girarci intorno, Apple è stata antesignana. Lo Slate era troppo legato a Windows 7 per poter essere riutilizzabile con il sistema operativo open source WebOs. Hp ha anche acquistato Melodeo per regalare a WebOs un servizio musicale, rivale di iTunes (ma in futuro anche di Google Music per Android). La sfida a Apple nel mercato Tablet è dunque a 360 gradi.

Hp PalmPad con WebOs
Hp PalmPad con WebOs

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore