Powersoft, gli amplificatori compatti ad alta potenza fanno centro negli Usa

AccessoriAziendeWorkspace

Nata a Scandicci (Firenze) da tre soci, Luca e Claudio Lastrucci e Antonio Peruch, hanno unito la passione per la musica e per la tecnologia, Powersoft è conosciuta al mondo per gli amplificatori compatti ad alta potenza per il settore audio professionale

Parliamo di musica con l’analisi di una realtà internazionale chiamata Powersoft. Nata e cresciuta a Scandicci, a pochi chilometri da Firenze, dall’intuizione di tre soci, due fratelli Luca e Claudio Lastrucci e un amico in comune, Antonio Peruch, hanno unito la passione per la musica e per la tecnologia, Powersoft oggi è conosciuta al mondo per gli amplificatori compatti ad alta potenza per il settore audio professionale.

I numeri di bilancio, recentemente approvati dall’Assemblea, i primi dopo lo sbarco in Borsa Italiana, mercato AIM, avvenuto nel dicembre 2018, chiude l’anno con ricavi consolidati complessivi a 35,3 milioni di Euro con un incremento del 9% circa rispetto all’anno precedente, l’Ebitda ha fatto registrare un incremento annuo del 12% circa a oltre 5 milioni di euro, con una marginalità al 16%. L’azienda ha inoltre raggiunto un utile netto di esercizio pari a oltre 2 milioni di euro, in crescita del 20% rispetto all’esercizio precedente.

da sinistra il presidente Carlo Lastrucci, Claudio Lastrucci, Luca Lastrucci e Antonio Peruch

Luca Lastrucci, Amministratore Delegato di Powersoft a seguito dell’approvazione di bilancio da parte del Consiglio di Amministrazione ha commentato: “Siamo particolarmente orgogliosi dei risultati ottenuti nel primo bilancio chiuso come società quotata; bilancio che evidenzia una crescita di tutti gli indicatori economico-finanziari ed un andamento migliore rispetto a quello registrato dal mercato di riferimento. Il Gruppo è riuscito a conseguire un favorevole trend di crescita dei ricavi grazie all’eccellente performance del mercato statunitense, resa possibile dalla gestione diretta della società controllata basata in Nord America, e ad un andamento positivo in Europa e Asia. Il 2018 ha visto anche un miglioramento della marginalità nonostante i maggiori investimenti in Ricerca e Sviluppo, che hanno raggiunto l’8% del fatturato, e il rafforzamento delle strutture produttive e commerciali necessarie per fronteggiare al meglio le sfide di mercato e lo sviluppo atteso. Ci attendiamo nei prossimi anni importanti benefici dal lancio dei nuovi prodotti”.

Dopo i numeri, passiamo ai prodotti, visto che negli anni sono stati riconosciuti all’avanguardia nella tecnologia e nelle prestazioni. Questi vanno dagli amplificatori per applicazioni professionali sia di altissima che di alta e media potenza, ai software per la configurazione, gestione e monitoraggio di grandi impianti audio utilizzati negli stadi, parchi a tema, teatri, aeroporti, centri congressuali, chiese, club, grandi concerti come quelli dei Red Hot Chili Peppers, Madonna, Robbie Williams, Bocelli, ed eventi live internazionali. L’azienda oltre ad amplificare vari stadi, tra i quali quello del Borussia Dortmund in Germania e di Singapore, la grande Moschea di La Mecca, il Cern di Ginevra, o eventi come il Superbowl negli US, fornisce anche il dispositivo multimediale DEVA che tra le varie installazioni ha trovato applicazione nello zoo di Cincinnati.

mover

Come tutte le aziende innovative, Powersoft sta continuando a crescere, sviluppando e presentando nuovi prodotti sul mercato. Nel corso del primo trimestre 2019, infatti l’azienda toscana ha lanciato la nuova T Series, un amplificatore da rack multicanale di ultima generazione per applicazioni live. Potente, leggero e facilmente trasportabile, è pensato per le aziende che forniscono impianti audio per concerti di piccole e medie dimensioni. O ancora l’amplificatore X4L, il più potente del settore per applicazioni live, che mette a disposizione l’ultima tecnologia in fatto di processamento del segnale audio. A questi poi si aggiunge l’ingresso dell’innovativo Mover (Tactile Sound Transducer), un piccolo e potente trasduttore utilizzabile come motore lineare, pensato soprattutto come elemento addizionale nei sistemi audio. Si tratta di un prodotto frutto di diversi anni di ricerca che convertendo una grandezza fisica in un’altra cioè un segnale elettrico in un suono, consente al pubblico di percepire il suono attraverso la vibrazioni del corpo umano e lo spostamento fisico, aggiungendo così una quarta dimensione all’esperienza sensoriale che diventa totalmente immersiva.

Lo scorso 18 aprile Powersoft ha siglato un accordo del valore complessivo di circa 5 milioni di euro con “Holoplot Gmbh”, società operante nel mercato delle tecnologie per sistemi audio professionali, per una venue avveniristica in Usa. Questo accordo di fornitura si inserisce nell’ambito di un ampio progetto che prevede lo sviluppo e la produzione di innovativi sistemi audio da proporre in vari mercati quali auditorium, centri convegni, hall per concerti e strutture per l’intrattenimento.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore