Riprende la produzione di iPhone X, i modelli nuovi vendono troppo poco

MobilitySmartphone
Apple ringrazia la Pokemon Go mania: vale 3 miliardi di ricavi in più

iPhone X potrebbe tornare in vendita in alcuni mercati selezionati, mentre l’andamento dei modelli top iPhone XS e XS Max non sarebbe all’altezza delle programmazioni di vendita. Foxconn taglia le spese

Secondo fonti autorevoli (tra cui il Wall Street Journal) Apple avrebbe ripristinato la produzione massiva del ‘vecchio’ modello iPhone X, presentato al mercato lo scorso anno, per ovviare alla domanda più debole del previsto dei nuovi modelli iPhone XS Max e iPhone XS presentati come modelli di punta quest’anno.

La produzione e la ‘ri-proposta’ di iPhone X riguarderebbe però solo determinati mercati, e la vendita in quei mercati di iPhone X non avverrebbe negli Apple Store, ma solo tramite i rivenditori autorizzati e ovviamente gli operatori. 

iPhone X

In verità dietro a questa decisione ci sarebbe anche un preciso accordo con Samsung per l’acquisto di un certo numero di display che non sarebbe stato soddisfatto dalla domanda attuale sui modelli di punta.

Tra l’altro iPhone X è uno smartphone meno costoso da produrre per Apple rispetto agli ultimi due modelli.
Il mercato degli iPhone inoltre porta con sé non poche incognite.

Apple ha annunciato di non rendere pubblici i dati sui volumi di vendita, allo stesso tempo sembra che il modello più economico, iPhone XR, a sua volta non incontri i favori del pubblico che preferisce ad esso la generazione iPhone 8, soprattutto in Giappone, un mercato in cui iPhone ha sempre goduto di una certa fortuna.

Per l’infallibile Apple non sembra questo un buon ‘giro’.

iPhone X, lo smartphone presentato per il decennale nel 2017, ha sofferto di recente di un po’ di problemi per cui Cupertino ha annunciato un piano di sostituzione per il display nel caso in cui non dovesse rispondere al tocco.

E le previsioni di vendita per i nuovi smartphone non sembrano essere state corrette, al punto che Foxconn, tra i principali produttori di iPhone, stima di tagliare sensibilmente le previsioni di spesa.  Il mercato allo stesso tempo non aiuta, con percentuali di crescita praticamente flat in occidente, anche in oriente non ha offerto nell’ultimo trimestre segnali particolarmente incoraggianti.

E in ultimo bisogna considerare il grande lavoro fatto anche dai vendor emergenti, tra tutti Xiaomi. Indubbiamente tra iPhone e i migliori modelli Android non c’è oggi  una differenza pari a quella che c’era anche solo un paio di anni fa. E i prezzi superiori ai mille euro non aiuteranno all’infinito il business della Mela. 

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore