Samsung Galaxy A9, quasi il massimo con quattro fotocamere

MobilitySmartphone
Samsung Galaxy A9

Galaxy A9 arriva in Italia a metà novembre e si distingue per le sue quattro fotocamere posteriori, c’è un sensore dedicato ad ogni tipo di ripresa

Galaxy Note 9, Galaxy S9 e poi ecco che arriva il momento del nuovo Samsung Galaxy A9, uno smartphone ‘quasi’ top di gamma, che ama distinguersi e rendersi un poco più disponibile anche nel prezzo, rispetto ai primi due modelli. Galaxy A9 arriverà a metà novembre in Italia al prezzo di 629 euro in tre colorazioni: Caviar Black, Lemonade Blue e Bubblegum Pink.

Galaxy A9 si distinguerà facilmente da tutti gli altri smartphone per la presenza di ben quattro fotocamere posteriori. Sì, parliamo proprio di quattro obiettivi diversi, con funzionalità diverse, le stesse che in altri modelli sono accorpate su un unico sensore.

Samsung Galaxy A9
Samsung Galaxy A9

Ecco allora una fotocamera principale con sensore da 24 MP e apertura focale f1.7, affiancata da un sensore da appena 5 MP dedicato ad esaltare e a gestire la profondità di campo, per effetti bokeh importanti e per magnificare un ritratto cui teniamo particolarmente, quindi ecco la presenza del terzo sensore da 10 Megapixel deputato ad ottimizzare gli scatti con lo zoom ottico 2X e infine il sensore da 8 MP per le riprese grandangolari (120 gradi).

Samsung Galaxy A9

Ovviamente per l’utente finale nulla cambia. Deve solo stare attento a non coprire nessuno dei quattro obiettivi allineati in verticale sul dorso e a scattare come ha sempre fatto. 

Il comparto fotografico prevede anche lo strumento Ottimizzatore Scene. La fotocamera intelligente è in grado di riconoscere in automatico la scena inquadrata per ottimizzare istantaneamente la qualità dell’immagine. La funzione Rilevazione Difetti permetterà invece l’immediata correzione. La fotocamera frontale invece è unica con un sensore da 24 MP e f2.0.

Vediamo allora quali sono le altre caratteristiche di Galaxy A9. Lo smartphone pesa 183 grammi e misura 16,2×7,7×0,78cm. Si tratta di un device con display Super Amoled e risoluzione 1080×2220, quindi un FullHD+ con diagonale da 6,3 pollici, che risulterà comodissimo anche agli utenti più esigenti.

Lo smartphone che purtroppo non arriva con Android 9 Pie, ma ancora Oreo, è mosso da una Cpu octacore Qualcomm Snapdragon 660, può sfruttare ben 6 Gbyte di Ram e arriva con 128 Gbyte di memoria integrata, espandibile tramite microSD.

Lo smartphone dovrebbe riuscire ad offrire un’ottima autonomia, considerata la batteria da 3800 mAh.  L’interfaccia di riferimento è ovviamente USB Type C e lo smartphone consentirà l’autenticazione utente tramite impronta digitale e tramite riconoscimento del volto (ma non della retina come Galaxy S9 e Galaxy Note 9). Lo smartphone purtroppo non è dualSIM.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore