Samsung preannuncia Bixby in italiano, lo smartphone pieghevole e One UI

AziendeDispositivi mobiliMobility

Si chiama Infinity Flex Display la tecnologia Samsung impiegata per offrire i primi device con display pieghevoli della casa coreana. Nei prossimi mesi arriva finalmente anche Samsung Bixby in italiano

In occasione della Samsung Developer Conference, Eui-Suk Chung alla guida della divisione Software e AI di Samsung, ha svelato i piani di sviluppo di Bixby a livello globale. Buone notizie anche per il nostro Paese: finalmente, dopo oltre due anni di attesa Bixby sarà disponibile anche per l’utilizzo in lingua italiana. 

Più importante ancora di questo annuncio è quello che svela come  Samsung accelererà in questo comparto, cioè aprendo Bixby agli sviluppatori in modo da arrivare prima all’obiettivo finale di rendere disponibile la propria ‘intelligenza’ su tutti i dispositivi.
Obiettivo non da poco e ambizioso, ma giustificato proprio dal fatto che Samsung propone non solo device per il computing ma gioca un ruolo da protagonista in tutta l’elettronica di consumo e nel mercato dei bianchi. 

Eui-Suk Chung – Responsabile Software e AI per Samsung

L’azienda ci arriverà con un investimento decisamente importante di circa 22 miliardi di dollari da qui al 2020 e grazie alle competenze di mille specialisti. 

Quella di Bixby è una lunga storia, fatta anche di momenti poco felici. Samsung infatti lavora da oltre dieci anni su machine learning e AI, tra successi e insuccessi di vario tipo – si pensi a S Voice o al sistema operativo Tizen il cui ruolo è rimasto sostanzialmente  relegato all’utilizzo per i dispositivi indossabili.  Insomma, l’azienda ha sempre investito molto, ma raccolto poco nel comparto OS e AI per i device e il rischio ora che sia davvero troppo tardi c’è.

Bixby su Galaxy S8
Bixby sul Galaxy S8 – E’ da marzo 2017 che si aspetta la versione italiana di Bixby

Bixby, anche ove è presente, non è molto utilizzato, fonti autorevoli sul Web citano appena il 4 percento del pubblico USA, con tutti gli altri competitor che vantano percentuali bulgare.

Samsung a nostro avviso paga sì il ritardo linguistico ma anche una strategia del tutto sbagliata che non ha saputo intravvedere le opportunità e l’importanza del mercato degli altoparlanti intelligenti. E troppo tardi è arrivato Bixby Home presentato in occasione della presentazione di Galaxy Note 9.

Alla Conference, che cresce di anno in anno per numero di partecipanti, è stata inoltre annunciata la nuova interfaccia per gli smartphone One UI ma soprattutto Samsung ha mostrato per la prima volta un prototipo di telefono/tablet pieghevole che non sarà comunque la prima proposta di questo tipo ad arrivare sul mercato.

Infinity Flex Display in modalità Tablet

Il dispositivo, che sarà prodotto in serie “nei prossimi mesi”, è un tablet quando è completamente aperto e quindi un telefono quando è chiuso.

Utilizza una nuova tecnologia di visualizzazione chiamata Infinity Flex Display che consente di aprire e chiudere il dispositivo più e più volte senza alcuna degradazione del pannello. A San Francisco, ovviamente, Samsung non ha mostrato lo smartphone/tablet fatto e finito, ma solo alcune specifiche qualità del pannello.

Samsung Infinity Flex Display ripiegato

Nella demo riservata agli sviluppatori si è visto il display pieghevole che può raggiungere aperto i 7 pollici di diagonale (ma che quindi chiuso potrebbe essere uno smartphone con un lato stretto), mentre la scomessa ovviamente è su quale smartphone potremo vedere Infinity Flex.

Infinity Flex Display è una bella scommessa anche lato software. Perchè sia apprezzabile infatti deve garantire un’esperienza di continuità in ogni form factor e non è detto che siano solo due le dimensioni utilizzabili del device. Infatti, nella demo si lascia intravvedere come l’esperienza di utilizzo sia un continuum mano a mano che si apre il dispositivo.  

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore