Sony α6400, la mirrorless APS-C del futuro

Workspace
Sony α6400

Sul nuovo modello Sony α6400 miglioramenti importanti nel comparto autofocus con con Real-time Eye Autofocus e Real-time Tracking. Su una compatta il meglio delle fotocamere full-frame

Sony α6400 è la nuova fotocamera mirrorless compatta, con sensore APS-C da 24,2 MP, proposta dal vendor giapponese e porta il meglio di molte tecnologie proprie della gamma Sony full-frame (parliamo proprio dei modelli Sony α9, α7R III e α7 III) su un sistema decisamente più agile. Si colloca naturalmente tra le proposte α6300 e α6500 con una piccola rivoluzione proprio nel comparto AF. 
La fotocamera sfrutta il processore di immagine Bionz X e permette la registrazione video 4K, con un range ISO standard arriva fino a ISO 32000 sia per gli scatti sia per i filmati ed è espandibile fino a ISO 102400 per le foto

Sony α6400 arriva subito con il dato di targa record di un’acquisizione AF pari a 2 centesimi di secondo, ma introduce anche le funzionalità Real-time Eye AFReal-time Tracking, con possibilità di scatto fino a 11 fps sfruttando il tracking AF e AE. La nuova fotocamera dispone di 425 punti AF a rilevamento di fase e 425 punti AF a rilevamento di contrasto, densamente posizionati sull’intera area dell’immagine con una copertura di circa l’84 percento.

Sony α6400
Sony α6400

Real-time Eye AF sfrutta il riconoscimento basato su AI per rilevare ed elaborare i dati visivi in tempo reale, con risultati superiori in termini di precisione, velocità e prestazioni di tracking dell’Eye AF. Non solo, in tutte le modalità AF scelte ora Sony α6400 rileva gli occhi dei soggetti e permette di attivare la funzione Eye AF con la pressione parziale del pulsante dell’otturatore; in modalità AF-C o AF-A si può predefinire l’occhio preferito (sinistro o destro) come punto di messa a fuoco.

Le opzioni disponibili prevedono Auto / Right Eye / Left Eye e la funzione Switch Right / Left Eye assegnabile a un profilo personalizzato. Grazie a questa nuova tecnologia, il fotografo può dedicarsi totalmente alla composizione, certo che la messa a fuoco rimarrà costantemente fissa sull’occhio del soggetto.

La funzione Real-Time Tracking anch’essa sfrutta AI e riconoscimento degli oggetti ma in questo caso elabora colori, distanza dei soggetti (profondità), pattern (luminosità) come informazioni spaziali, allo scopo di garantire che tutti i soggetti vengano catturati con eccellente precisione.

Sony α6400
Sony α6400

Inoltre, quando si realizzano foto e filmati di persone e animali, le informazioni sulla posizione del volto e degli occhi vengono riconosciute dall’AI e l’occhio del soggetto viene monitorato in tempo reale con la massima precisione di tracking.

 Sony α6400, vocazione video 4K

Non è male iniziare a poter disporre su una fotocamera compatta così evoluta nel comparto autofocus di prestazioni video all’altezza di corpi macchina decisamente maggiori. Quando si riprende in 4K si dispone di lettura completa dei pixel, senza pixel binning, e si cattura fino a 2,4 volte la quantità di dati necessari per i filmati in 4K, che poi vengono sovracampionati per produrre video in 4K di alta qualità, con spettacolari risultati in termini di dettaglio e di profondità. La tecnologia ibrida autofocus dovrebbe consentire una perfetta messa a fuoco sempre ad ogni cambio di inquadratura, un compito non sempre facile da portare a termine soprattutto quando si interpongono oggetti tra il soggetto e chi riprende. 

Sony α6400
Sony α6400

E’ possibile la registrazione in timelapse con intervalli a scelta da 1 a 60 secondi, fino a 9999 scatti. E infine la fotocamera comprende per la prima volta un profilo di immagine HLG (Hybrid Log-Gamma) che supporta il flusso di lavoro Instant HDR e consente di riprodurre bellissime immagini realistiche in formato 4K HDR sui TV HDR compatibili (HLG).

Sono inoltre disponibili i formati S-Log2 e S-Log3 per una maggiore flessibilità nella regolazione del colore, oltre alle funzionalità Zebra, Gamma Display Assist e alla registrazione Proxy.

Tra le altre funzionalità della fotocamera spicca anche la registrazione in Full HD a 120 fps fino a 100 Mbps, che permette di rivedere e infine editare il girato, creando file video in slow motion 4x o 5x con risoluzione Full HD e tracking AF.  

Per inquadrare è possibile utilizzare lo schermo LCD da 3 pollici, orientabile e con 921punti, sfruttabile anche per i selfie. 

La α6400 sarà disponibile in Europa da febbraio 2019. Verrà proposta anche in kit con obiettivo SELP1650 o con SEL18135.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore