Sony Xperia XZ3, arriva a ottobre con Android 9 Pie

MobilitySmartphone

A ottobre sarà disponibile l’ultimo flagship di Sony, Xperia XZ3, pronto ad ospitare la versione più recente di Android (Android 9 Pie) e con display Oled

Tra i vendor tradizionali, quelli da più di cinque anni riconosciuti per la produzione di alta qualità, Sony – pur con quote di mercato davvero piccole – riesce ancora a stupire. Lo ha fatto con gli ultimi Xperia, e le premesse perché l’impresa riesca ancora con il nuovo top di gamma Xperia XZ3 ci sono davvero tutte che declina i risultati dell’esperienza Sony nell’ambito dei televisori e delle fotocamere anche nei suoi device più portatili.

Entriamo nei dettagli di questo smartphone che si affiancherà quindi all’esperienza di Xperia XZ2 Premium.

Sony Xperia XZ3 (193 grammi, 158 x 73 x 9.9 mm) si presenta con il vetro 3D curvato nella parte anteriore e posteriore e si adatta al palmo della mano grazie allo schermo in 18:9 incastonato in una scocca quasi senza cornici, e senza notch.

La sottile cornice di 3 mm in alluminio di XZ3 non compromette l’aspetto della durabilità grazie al vetro Corning Gorilla Glass 5 e alla certificazione IP65/IP68 (permette anche il risciaquo sotto il rubinetto, ma non l’immersione), per cui Xperia XZ3 non teme gli schizzi. Lo smartphone è disponibile in tre finiture: Black, White Silver e Forest Green.

Sony Xperia XZ3

Sony Xperia XZ3 è uno smartphone con display HDR Oled da 6″ di diagonale con risoluzione QHD+ (2880 x 1440), sfrutta la tecnologia Bravia presente anche sui TV, e il sistema X-Reality pre convertire i contenuti in SDR raggiungendo una qualità prossima all’HDR (High Dynamic Range), così da offrire una riproduzione di alta qualità con una maggiore risoluzione.

Il comparto audio vede invece la presenza di due speaker S-Force Front Surround Sound e la tecnlogia Hi-Res, oltre all’utilizzo di DSEE HX per riportare i file compressi ad una qualità prossima all’Hi-Res Audio con LDAC che permette un ascolto senza fili ancora migliorato. 

Il comparto fotografico prevede una fotocamera principale con sensore da 19 MP e l’utilizzo di una fotocamera frontale con sensore da 13 MP, fuori dal coro quindi la scelta di adottare un’unica fotocamera posteriore.

A maggior ragione saranno da provare sul campo gli effetti delle tecnologie integrate: partiamo da Smart launch con IA che attiva istantaneamente la fotocamera quando il telefono è posizionato in modalità panoramica e si abbina a quelle già esistenti come IA quali Superior Auto, Predictive Capture, Predictive Autofocus e Smile shutter. Solo la fotocamera principale Motion Eye di Sony, infine, offre la possibilità di registrare in modalità 4K HDR  e in Super slow motion Full HD a 960fps.

Sony Xperia XZ3

Il cuore di Sony Xperia XZ3 è la cpu top Snapdragon 845, insolita la scelta per un top di gamma di perseverare nella dotazione di appena 4 Gbyte di Ram, con 64 Gbyte di memoria per OS, applicazioni e dati (comunque espandibile).

Per quanto riguarda l’usabilità, XZ3 introduce una nuova interfaccia Side sense, che attraverso l’intelligenza artificiale (IA) fornisce accesso facile e comodo alle app preferite.

Con un semplice doppio tocco laterale su XZ3, il dispositivo sarà in grado di predire e mostrare le app che si vogliono usare, posizionandole in maniera comoda da raggiungere, senza doverle cercare e appena viene tirato fuori dalla tasca è pronto a scattare le foto, per non perdere nemmeno un attimo.  

La batteria da 3300 mAh, con il sistema di ricarica rapido e la modalità Stamina, assicurerà l’utilizzo per tutta la giornata (non si dovrebbero avere brutte sorprese da questo punto di vista). Per l’autenticazione sul dorso si trova il sensore di impronte digitali. 

Ottime notizie la disponibilità da ottobre con Android 9 Pie. Il prezzo potrebbe arrivare a toccare gli 800 euro.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore