T.net Italia entra in EIT Digital per creare modelli di città più efficienti

CloudData Center

Seguendo l’approccio sulle Digital Cities di Eit Digital, T.net Italia cercherà di comprendere i problemi che le città affrontano e i mezzi per risolverli creando modelli di business sostenibili

L’Istituto Europeo per l’Innovazione e la Tecnologia EIT Digital apre le porte a T.net Italia quale nuovo membro associato. T.net Italia fornitrice  di infrastrutture e ingegneria per l’innovazione nei settori dello smart farming, dello smart mobility e dei sistemi di trasporto intelligente, entra dunque nel panel dell’acceleratore europeo; un’opportunità che le permetterà di lavorare fianco a fianco con la rete di sviluppatori di impresa europea e accelerare il percorso di crescita internazionale. 

T.net Italia sviluppa soluzioni e progetti che spaziano dalla progettazione di infrastrutture ICT e l’implementazione del regolamento Europeo sulla Data Protection (GDPR), allo sviluppo di soluzioni di rete e sul cloud al monitoraggio in tempo reale della sicurezza informatica delle Organizzazioni attraverso un proprio Security Operation Center.

Sede principale dell’azienda è Milano, con datacenter distribuiti in varie zone geografiche europee. In Italia T.net ha scelto il MIX, il nodo internet italiano. Il target dell’azienda sono le grandi strutture quali gli aeroporti, le università, i concessionari d’autostrade; recenti case history includono collaborazioni con l’Università di Catania per lo sviluppo di un sistema di monitoraggio per la Precision Agriculture e lo sviluppo di un framework per una infrastruttura di Smart Road, da subito implementabile. 

Eit Digital

Siamo orgogliosi di poter comunicare il nostro ingresso entro l’Istituto più prestigioso e importante d’Europa. Entrare a far parte di una comunità della conoscenza e dell’innovazione distribuita in tanti Paesi ci stimola sempre più a perseguire i nostri intenti di fornire servizi al top della qualità“, afferma Francesco Mazzola, Amministratore Delegato T.net. 

Affrontando una gran varietà di argomenti e lavorando con una base di clienti altamente diversificati, la società ha potuto sviluppare un approccio olistico al mondo IoT e attualmente è focalizzata in particolare sull’utilizzo della tecnologia come risorsa per creare comunità di stakeholders cooperativi.

“Parliamo sempre di sistemi di trasporto cooperativi – continua Mazzola – ma dobbiamo andare oltre e parlare non solo di strade cooperative, bensì di città e nazioni cooperative. Questo significa avere un approccio di dominio di livello superiore su tutti i servizi che compongono le nazioni.”

Con l’ingresso in EIT Digital le aspettative di T.net mirano a una rapida crescita in innovazione, in imprenditoria e nelle strategie commerciali. Seguendo l’approccio sulle Digital Cities di Eit Digital, la società italiana aumenterà la propria efficienza nel comprendere i problemi che le città affrontano e i mezzi per risolverli, in particolare creando modelli di business sostenibili.

Read also :