TEST: Acer beTouch E130

MobilityWorkspace

beTouch E130 è uno smartphone di Acer che abbina schermo touch a tastiera full qwerty: sistema operativo Android e tutti i servizi Google integrati. Luci e ombre alla prova sul campo. Costo indicativo: 229 euro

Dotazione software

Partiamo dal sistema operativo: nonostante l’uscita di Google Android 2.2 Froyo sia ormai imminente, su questo smartphone troviamo ancora la versione 1.6 Donut. La dotazione software per il resto è quella che caratterizza un po’ tutti i telefoni androidi: applicazioni social per accedere a Facebook e Twitter, servizi push email, sincronizzazione con Gmail e account Exchange (RoadSync), suite Office DocumentsToGo e un mare di applicazioni disponibili per il download dal Market di Google. Per quanto riguarda la gestione tramite computer è Acer PC Sync.

Esperienza d’uso

L’esperienza d’uso alla fine del nostro test presenta luci e ombre: il touchscreen ha mostrato qualche incertezza, mentre la “perla” si è rivelata precisa durante la navigazione tra i menu e la selezione. Buona anche la qualità della tastiera qwerty, tasti ben separati e sufficientemente grandi da non indurre a frequenti errori di digitazione.

Acer beTouch E130, il menu di Android 1.6
Acer beTouch E130, il menu di Android 1.6

Una nota particolarmente dolente riguarda i controlli per il traffico dati. Come impostazione predefinita il telefono è abilitato al traffico dati. Ciò significa che se avete scaricato e installato un’applicazione che per funzionare richiede la connessione dati, senza che ve ne rendiate conto il vostro Acer E130 si connetterà a Internet con conseguenze potenzialmente terribili per il vostro credito residuo (a meno che ovviamente non abbiate un piano flat). Il nostro consiglio è duplice: se avete un piano ricaricabile che non prevede traffico dati incluso, disattivate l’opzione in Impostazioni > Controlli Wireless > Reti mobili > Dati attivati. In questo modo perderete la copertura 3G, ma non rischierete di ritrovarvi con il credito residuo a zero. In alternativa installate un task manager (su Android Market ce ne sono molti, anche gratuiti) in modo tale che possiate controllare in qualsiasi momento quali applicazioni sono attive e se stanno scambiando dati tramite Internet.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore