Test: Mac Os X per il Pc

Management

Apple ha scelto la piattaforma Intel come base per i computer Macintosh. C’è chi è già riuscito a far funzionare il sistema operativo Mac Os X sui Pc

Al momento i software Mac x86 sono ancora scarsi. Le applicazioni Apple già esistenti devono prima essere adattate al funzionamento su Mac Os x86. Non sono ancora disponibili prodotti finiti, perfino le promesse concrete di sviluppo sono rare. Per lo meno Microsoft ha ufficialmente dichiarato che offrirà una versione adeguata del suo pacchetto Office, anche Adobe amplierà la propria offerta di prodotti. All’indirizzo www.osx86.theplaceforitall.com si trovano altri freeware o shareware per Mac Os X basato su x86. Esiste una scappatoia: i programmi Apple finora disponibili lavorano già con il Mac x86 in emulazione, grazie a un livello software intermedio, dal nome in codice Rosetta, che nella versione x86 di Mac Os X è integrato nel sistema operativo. I programmi per Mac, come Microsoft Word ed Excel, possono essere quindi installati ed eseguiti senza problemi. È da notare però che l’emulazione va a discapito delle prestazioni, anche se poi non di molto: il benchmark Cinebench per esempio, nella versione Mac standard su un sistema x86, funziona a una velocità inferiore del 25% rispetto a quanto registrato su Windows. StuffIt, per decomprimere un archivio da 19 Mbyte, impiega 25 secondi contro i 14 secondi necessari sulla piattaforma Windows. Il passaggio dallo strato intermedio Rosetta perciò è in ogni caso una soluzione di ripiego temporanea.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore