Management

Invia 'Twitter cinguetta con (quasi) tutti' a un amico

Invia una copia di 'Twitter cinguetta con (quasi) tutti' a un amico

* Campo richiesto






Separa voci multiple con un virgola. Massimo 5 voci.



Separa voci multiple con un virgola. Massimo 5 voci.


Verifica immagine dell'email

Caricamento ... Caricamento ...
0

Twitter è in grande spolvero: addirittura vale un miliardo di dollar i. Non c’è che dire, il sito Web 2.0 è attivissimo: il sito di micro-blogging da 140 caratteri, astro nascente dei social network, ha prefigurato un futuro nell’advertising (ma non da subito), ha svelato progetti con il Voip di Jajah e sta perfino cercando accordi separati con gli arci-rivali Microsoft e Google; giocherà la carta dell’internazionalizzazione (quella che ha trainato la crescita globale di Facebook: presto avrà anche una edizione italiana).

Addirittura uno studio afferma che Twitter renderà obsoleta l’e-mail: sStando a Nielsen, 276,9 milioni di cyber-navigatori hanno utilizzato le e-mail negli Usa, Europa, Australia e Brasile, in rialzo del 21% rispetto a un anno fa. Ma il numero di quanti hanno usato i social network e il micro-blogging ha visto un balzo del 31% a quota 301,5 milioni di utenti (dati di agosto).

Prima Obama e l’ attrice Demi Moore (e il suo giovane marito) hanno sdoganato Twitter prima della società di analisi Gartner .

Twitter non è solo gossip, anzi: ha ricoperto un ruolo politico anche nei casi Cina (contro il filtro nei Pc Greem Dam, voluto dal Partito comunista, ma poi fermato dal tam-tam in Rete) e Iran (le proteste contro i brogli e contro l’uccisione di Neda). C’è però chi teme (Ue compresa) che Twitter diventi un’arma impropria (soprattutto in tema di privacy).

L’ultimo aneddoto in Olanda (il quasi-fallimento di una banc a per i dubbi corsi sul servizio di micro-blogging) ipoteca un po’ delle ambizioni di Twitter. Se la bufala circola su Twitter, bisogna stare attenti: i social network vanno usati con la testa, mai come oro colato.