ANTEPRIMA: Un assaggio di Windows Phone 7

AccessoriMobilitySmartphoneWorkspace

A meno di un mese dal lancio di Windows Phone 7 incontriamo il team di Microsoft Mobile Italia e il neo responsabile della divisione Luca Callegari. Ecco cosa ci si può aspettare da Windows Phone 7, come è stato sviluppato e se davvero potrà essere protagonista nello sviluppo del mercato mobile. Le nostre impressioni

Le nostre impressioni

Ecco quello che abbiamo visto. Windows Phone 7 mantiene come struttura grafica di base i quadrotti azzurri già presentati a Barcellona 2010: si possono spostare aggiungere e gestire in piena libertà, e si scorrono prevalentemente in senso verticale. E’ un po’ differente quindi l’impostazione per paginate, scelta da Apple e Android. In Windows Phone 7 le pagine ci sono, si usano, ma sono sfruttate meglio quando dentro un’applicazione si vuole dare una panoramica di tutto quello che c’è, con gli hub, che saranno: Persone, Musica con i Video, Foto, MarketPlace, Office, Giochi.  Abbiamo assaporato buone qualità di merge dei contatti tra Facebook, Windows Live e Outlook Exchange. Non male anche il sistema di gestione della posta elettronica. Certo, almeno a una prima impressione, bisogna approcciare il nuovo sistema senza pregiudizi, a mente sgombra, e ben disposti a imparare qualcosa di nuovo. Anche in questo caso, probabilmente negli States saranno avvantaggiati, avendo più familiarità con Zune. I device invece sembra che avranno praticamente tutti tre pulsanti: di cui uno con il logo di Windows centrale e un tasto per il Ritorno e il Search. Meno possibilità di “personalizzare” per i vendor, almeno inizialmente, e di sicuro niente ritocchi all’interfaccia. E infine, niente Flash e Silverlight nel browser, almeno all’inizio. Il copia e incolla non l’abbiamo visto. Gsm supportato ma non Cdma, per ora.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore