Vasco diventa OneSpan. Via all’antifrode sulle transazioni di denaro

AziendeE-paymentInternet of EverythingMarketingNetwork

Vasco Data Security diventa OneSpan e lancia la Trusted Identity Platform che sfrutta Api flessibile, intelligenza artificiale e apprendimento automatico per migliorare customer experience e ridurre le frodi connesse all’onboarding

La presa di coscienza sui social media, l’avanzata di soluzioni intelligenti e interconnesse e il machine learning, sempre più studiati e utilizzati dagli hacker che mai come in questi ultimi tempi hanno minato la tranquillità di molti cittadini e imprese, hanno cambiato profondamente il panorama delle transazioni online. In tutto questo, non ci si deve dimenticare l’avanzata del mobile e delle transazioni sempre più fluide operate attraverso device mobili. Tutto questo ha fatto pensare, un’azienda come Vasco Data Security International che, non solo ha lanciato una nuova piattaforma antifrode ma ha proprio annunciato un passaggio a un nuovo brand OneSpan, per chiudere, in un certo senso, col passato e aprire una nuova era strategica e di offerta.

Giovanni Verhaeghe

E’ Giovanni Verhaeghe, VP Corporate Development di OneSpan, a illustrare la Trusted Identity Platform che sfrutta un’Api flessibile, intelligenza artificiale e apprendimento automatico al fine di ridurre le frodi connesse in ambito onboarding, transazioni online, mobile, firma elettronica. La Trusted Identity (TID) platform aggrega l’ampio portafoglio di tecnologie di sicurezza di OneSpan per consentire a banche e aziende il rilevamento delle frodi in tempo reale attraverso una piattaforma cloud-based, ad architettura aperta, basata su analisi real-time delle frodi, autenticazione multifattore, sicurezza delle applicazioni mobile e orchestrazione di tutti i servizi disponibili.

L’approccio API-based della TID integra gli strumenti forniti da OneSpan e quelli sviluppati da terze parti e dal cliente per gestire i rischi e limitare le frodi, rispettare la rigida conformità alle normative, ridurre tempi e costi di implementazione e migliorare la user experience.
La più aggiornata soluzione disponibile sulla TID è l’Intelligent Adaptive Authentication. Questa soluzione esamina i dati provenienti dal comportamento degli utenti, dai dispositivi, dalle applicazioni mobile e dalle transazioni in tempo reale; quindi utilizza l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico, insieme a un set di regole pre-configurate e personalizzabili, per analizzare e valutare tali dati. Il risultato di questa analisi abilita un preciso livello di sicurezza sulle interazioni dell’utente, ottimizzando al contempo la user experience.

OneSpan e la piattaforma antifrode

E, in effetti, la procedura, verificata sul campo, prevede una serie di ulteriori verifiche nel momento in cui si debba effettuare una transazione di importo superiore a una soglia bassa. Un esempio: per una transazione di 40 euro non ci sono particolari ristrettezze, se si pensa invece a 400, allora subentrano altri parametri di autenticazione, come la geolocalizzazione per esempio, che studia gli spostamenti abituali degli utenti e ‘si stupisce’ qualora la transazione sia richiesta da un luogo ritenuto non consono agli standard. Insomma, una piattaforma sempre più sofisticata che Verhaeghe sottolinea come un evoluzione anche della società che con il nuovo brand e la parola one nel titolo porta avanti una linea.

Un utente sta effettuando un pagamento via mobile

Come funziona?
La soluzione di Intelligent Adaptive Authentication di OneSpan consente a banche e istituti finanziari di raggiungere obiettivi di crescita, di conformità normativa e riduzione delle frodi sfruttando l’analisi avanzata dei rischi, l’autenticazione a più fattori e le tecnologie di sicurezza delle applicazioni mobile.
La soluzione è abilitata in modalità SaaS dalla Trusted Identity (TID) platform di OneSpan, una piattaforma cloud-based, ad architettura aperta, che aggrega l’ampio portafoglio di tecnologie di sicurezza di OneSpan.
La soluzione di Intelligent Adaptive Authentication analizza e classifica, in tempo reale, centinaia di dati relativi a utenti, dispositivi e transazioni per determinare i precisi requisiti di autenticazione per ogni transazione.

la piattaforma e la procedura per la trusted identity di OneSpan

In avvio di processo (fasi 1-2) la soluzione raccoglie dati completi sull’integrità del dispositivo e delle applicazioni mobile, sul comportamento dell’utente e sui dettagli della transazione, nonché dati aggiuntivi rilevanti provenienti da tutti i canali digitali.
Quindi (fasi 3-5) fa leva sul motore di analisi dei rischi della Trusted Identity (TID) platform e sulla sua tecnologia di apprendimento automatico per analizzare e valutare ogni transazione e ottenere una visione chiara e completa relativamente al rischio di frodi.
Di conseguenza (fase 6), la soluzione agisce in base a un preciso livello di rischio: le transazioni a rischio più elevato avvieranno dinamicamente un processo di autenticazione step-up, mentre quelle a basso rischio verranno completate senza interruzioni.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore