VIDEO TEST: Sony Handycam HDR-TG7VE

AccessoriWorkspace

La videocamera si fa ultraportatile, tascabile e con il ricevitore Gps. Handycam HDR-TG7VE è elegante e robusta grazie alla struttura in titanio, consente di riprendere video in HD, ma anche di girare clip veloci per il Web

Messa in opera e caratteristiche tecniche

Dopo aver impostato ora e luogo si è subito pronti per le riprese. E basta una rapida occhiata a questa videocamera per comprenderne la facilità d’uso. Oltre al touchscreen l’utente deve utilizzare due soli comandi: una ghiera con pulsante centrale per avviare (e terminare) le riprese e zoomare e un pulsante per attivare la fotocamera, mettere a fuoco e scattare. Tutto qui. Handycam HDR-TG7VE permette infatti anche di fare delle semplici fotografie. Tutte le altre opzioni si gestiscono tramite touchscreen, poi sarà sufficiente collegare la videocamera con il computer per le operazioni di acquisizione, montaggio, postproduzione e pubblicazione (grazie al software Picture Motion Browser incluso nella confezione), oppure collegare direttamente la videocamera al device per la riproduzione, tramite i cavi component o A/V, inclusi. Uno sportello cela l’alloggiamento per la schedina di memoria Memory Stick, la batteria e il pulsante per disattivare il localizzatore Gps, altrimenti attivo di default, anche a fotocamera spenta. Senza inserire alcun supporto di memoria Sony Handycam HDR-TG7VE è in grado di memorizzare dati sulla propria memoria interna da 16 Gbyte che, tanto per dare un’idea, permette fino a 220min di ripresa HD-HQ e 110 minuti in HD-FH.

” />

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore