Voip, la voce corre su Internet

Management

Le telefonate su Internet stanno conquistando il mercato a grandi passi. Già disponibili le prime offerte commerciali. Più che positive le previsioni di crescita

Le telefonate su Internet sono finalmente una realtà. La tecnologia non è certo nuovissima, ma solo oggi il terreno appare pronto per uno sviluppo massiccio di questi servizi, questo grazie soprattutto alla diffusione delle connessioni Internet always-on, ovvero dall’Adsl in su, sia presso le imprese, sia nelle case. Se negli Stati Uniti gli equilibri del settore della telefonia fissa sono stati scossi dal successo di Vonage, anche in Italia non mancano le prime iniziative. In prima fila ci sono sicuramente Elitel e Unidata. Entrambe le società operano già sul mercato delle connessioni Internet con offerte dedicate principalmente ai professionisti e alle imprese di medie e piccole dimensioni, ma anche alla Pubblica Amministrazione locale. Entrambe quindi dispongono di assett e di infrastrutture che hanno realizzato operando in qualità di Internet service provider, aspetto fondamentale per operare in Italia in quanto nel nostro Paese non è, almeno per il momento, prevista la figura dell’operatore virtuale puro. Elitel e Unidata sono già pronte con le loro offerte destinate sia a chi ha già una Adsl, sia a chi, pur non avendo la connessione Internet, desidera abbandonare la telefonia tradizionale a favore di quella basata su Ip. I prezzi sono decisamente accattivanti: si parte dal circa 15 euro al mese per Univoice, il servizio di Unidata e da poco più di 20 euro, sempre al mese, per l’offerta Elitel Futura. È solo l’inizio, non è infatti difficile prevedere che si moltiplicherà il numero delle società nate come Isp che decideranno di proporre servizi Voip. È sufficiente una licenza per operare quale fornitori di servizi di telecomunicazioni, cosa non difficile da ottenere visto che il Ministero delle comunicazioni ha messo a punto una procedura che consente alle aspiranti telecom di richiedere la licenza attraverso una sorta di autocertificazione, salvo poi, i controlli e le verifiche di rito. In questo panorama non va naturalmente dimenticato il ruolo pionieristico di Fastweb, il primo vero operatore triple- play (Internet, telefono, video) che offre i suoi servizi esclusivamente su infrastrutture Ip.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore