Voip, la voce corre su Internet

Management

Le telefonate su Internet stanno conquistando il mercato a grandi passi. Già disponibili le prime offerte commerciali. Più che positive le previsioni di crescita

L’introduzione di una nuova tecnologia è generalmente motivata dall’esigenza di gestire e supportare i processi di business in modo migliore, più efficiente, più economico. Quando però una nuova applicazione, soluzione o infrastruttura, viene acquistata e resa operativa si tende a non limitarsi a verificare come ha saputo portare benefici al business esistente, ma si cerca di capire come tali strumenti possano migliorare ulteriormente il lavoro per definire nuovi servizi, nuovi processi, nuove modalità operative capaci di rendere l’impresa ancora più competitiva. Ciò avviene anche con il Voice over Ip. Se le efficienze derivanti dai risparmi sulle bollette e sui costi di gestione delle infrastrutture sono i più immediati, l’integrazione con le altre componenti del sistema informativo, la possibilità di disporre in modo capillare di strumenti di videocomunicazione, la gestione unificata di tutti i canali sui quali viaggiano i messaggi, l’integrazione con altre tecnologie, sono alcune delle nuove modalità operative che si possono ottenere con questa tecnologia. Le videotelefonate e le videoconferenze diventano finalmente uno strumento semplice da usare quanto un tradizionale telefono, ma soprattutto impiegabile direttamente dalle scrivanie degli utenti che, quindi, non devono più ritrovarsi nelle sale riunioni per utilizzare i complessi sistemi di videoconferenza, che fino ad ora non hanno certo brillato per il loro successo. È possibile attivare una chiamata in videoconferenza utilizzando un telefono Ip (facile da usare quanto uno tradizionale) e lo schermo del personal computer al quale è collegata una piccola telecamera. Pc e telefono sono due oggetti presenti su tutte le scrivanie, ma fino a oggi sono mancate le applicazioni capaci di sfruttarne le sinergie. Anche la messaggistica unificata è un delle applicazioni che promette maggiori efficienze e che con l’introduzione del Voip assume maggiore concretezza: tutte le chiamate, la casella vocale, operazioni come l’inoltro di telefonate, le chiamate in conferenza, il dirottamento del numero su altri apparecchi (quello di casa, il cellulare, l’interno di un altro ufficio o di un’altra filiale, perfino il telefono della stanza d’albergo), sono gestibili tramite il Web (o attraverso l’apposito menu del quale sono dotati molti terminali telefonici). Quindi un’unica interfaccia per leggere, scrivere, inoltrare, archiviare tutti i messaggi: e-mail, telefonate, videochiamate, segreteria telefonica e fax (nel caso ci sia ancora qualcuno che lo usa). Altro importante aspetto: l’integrazione con altre tecnologie e applicazioni. Con il Voip è molto più semplice condividere informazioni e dati mentre si è al telefono con l’interlocutore grazie a strumenti capaci di associare la condivisione di file alla chiamata tra due o più utenti. Ma il Voip è anche wireless: se si usano tecnologie come il Wi-Fi per la realizzazione dell’infrastruttura di rete, ecco che i telefoni Voip possono essere usati alla stregua di un tradizionale cordless. Ma non è tutto, sono anche disponibili telefoni cellulari che, oltre a collegarsi con le reti Gsm, Gprs o Umts, integrano l’interfaccia Wi-Fi, in questo modo quando si è in azienda, a casa, o nella sala di attesa dell’aeroporto provvista di hot-spot, è possibile collegarsi in modalità Voip (naturalmente se il terminale è uno smart-phone, si possono attivare anche connessioni dati) magari per rispondere alle chiamate che giungono all’interno dell’ufficio che è stato dirottato sul telefonino, e per risparmiare sui costi delle chiamate. Quando invece ci si trova in aree non illuminate dal Wi-Fi ecco che il cellulare torna a funzionare in modo più tradizionale appoggiandosi alla rete dell’operatore mobile. Il nuovo Communicator 9500 di Nokia permette tutto questo.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore